Vai al contenuto

La seconda vita di PartyPoker: il fold di bwin.party ma con 888…

C’era una volta PartyPoker prima room mondiale, ma dal 2006 e dal ritiro dagli States il vento è cambiato ed il declino è stato inesorabile. Il black friday, l’uscita di PokerStars dallo stesso mercato e il crash di Full Tilt, non sono stati fattori determinanti che hanno comunque spinto Party ad una ripresa. Tutt’altro.

Nel recente report agli azionisti di bwin.party, emergono numeri chiari: i guadagni di PartyPoker sono diminuiti del 23% assestandosi a 34 milioni – nell’ultimo trimestre – che rappresentano il 10% delle revenues del gruppo.

bwin-party

L’attuale CEO di Bwin.party, Norbert Teufelberger (co-fondatore di Bwin), ha rilasciato un’interessante intervista a eGaming Review, giudicando l’apporto di PartyPoker come “abbastanza insignificante” ma ha respinto l’ipotesi di una rinuncia al poker, pur escludendo “investimenti pesanti verticali nel settore”.

Teufelberger si è voluto soffermare sugli aspetti positivi: il business di PartyPoker si è stabilizzato e per ricavi continua ad essere la seconda room mondiale. Inoltre, il probabile acquirente di bwin.party, 888Poker, risulta essere per traffico ed action nel cash game, il secondo sito globale.

Non a caso i vertici di 888 Holdings hanno già annunciato che, in caso di incorporazione, uniranno la liquidità tra 888 e il network di PartyPoker.

Il manager austriaco però si è lasciato andare ad un’amara considerazione: “il settore globale del poker è in declino strutturale e il leader (Stars, ndr) sta acquisendo la nostra quota di mercato”.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Fino alla vendita, l’attuale strategia di bwin.party sarà quella di concentrarsi sul betting sportivo, cercando di spingere su una politica di cross-sell degli scommettitori nel casinò online.

In conclusione, per Teufelberger il poker rimane un business marginale ma la vendita a 888 o GVC potrebbe riservare delle sorprese.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.