Gioco legale e responsabile

Business

Cambiano gli equilibri del poker mondiale: Coral Poker-Eurobet lascia iPoker e migra su PartyPoker Network

La storica room Coral Poker (dello stesso gruppo di Eurobet) dice addio al network di Playtech e passa su Party. Come cambiano gli scenari del poker online mondiale.

Scritto da
04/12/2019 10:03

1.514


Com’era prevedibile, Coral Poker, una delle skin internazionali più in vista di iPoker passa su Party Poker Network di proprietà di GVC. La notizia era nell’aria dopo che il gruppo britannico aveva acquistato il gruppo Coral-Eurobet – Ladbrokes. E nei prossimi mesi è previsto un esodo di massa delle altre room del gruppo nei vari mercati grigi e regolamentati: Ladbrokes, Eurobet etc.

Si tratta naturalmente di un’operazione importante che si rifletterà sugli equilibri della liquidità mondiale.

iPoker, molto probabilmente, terrà botta perché è stato annunciato per il 19 maggio 2020 la chiusura definitiva di un altro grosso e storico network, MPN. Ci sono ancora 15 skin a spasso che cercano casa, molte delle quali passeranno proprio nella rete gestita da Playtech (alcune lo hanno già fatto).

Oggi 4 dicembre Coral Poker entra ufficialmente nella galassia di PartyPoker ed è un fatto storico considerando che stiamo parlando di una delle skin che da più anni è presente nel network. Il passaggio è stato comunicato per mail a tutti i clienti.

Saranno confermati i loyalty points e bonus già maturati e che scadranno su iPoker il 3 dicembre (ieri).

Presto anche Ladbrokes (skin del noto bookmaker britannico) passerà su Party. L’operazione avverrà nel 2020. Ed è molto probabile che la skin Eurobet faccia lo stesso passo in futuro in Italia (ma non ci sono ancora conferme), considerando che l’input viene dall’alto (GVC). La casa madre sta facendo di tutto per rafforzare la liquidità di PartyPoker. Il disegno è chiaro.

Il 2020 quindi verrà un mutamento radicale di iPoker con l’acquisizione di molti giocatori da Microgaming ma allo stesso tempo alla perdita di alcune delle principali poker rooms: Coral Poker (ed Eurobet nei mercati regolamentati) e Ladbrokes.

Nel 2020 (entro il terzo trimestre) è prevista anche la fusione di Flutter con The Stars Group: in questo caso è probabile che i giocatori di Betfair e PaddyPoker (se non verrà ceduta ad un fondo d’investimento per l’antitrust britannica) passino sotto PokerStars. Oggi sono due importanti skin sempre di iPoker. Ma si tratta di un processo molto lungo i cui effetti potrebbero materializzarsi solo nel 2021.

PartyPoker è, al momento, la sesta rete internazionale nel cash game per numero di giocatori attivi, iPoker (il network mondiale che opera sul .com) è dodicesimo, precede di poco PokerStars.it. iPoker Italia è al 22esimo posto, mentre al 23esimo c’è iPoker Europe (fonte PokerScout).

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento