Vai al contenuto

Dario Alioto torna a giocare: spending da 28.350€ all’EPT di Praga!

Dopo la lunga intervista che ci ha rilasciato qualche settimana fa, a molti era venuto il dubbio che una persona così coinvolta nel mondo del poker come Dario Alioto sarebbe finita inevitabilmente per tornare a giocare. Il player siciliano aveva infatti annunciato il suo addio al professionismo nel gennaio scorso, parallelamente alla rottura con il suo storico sponsor Sisal. Questa mattina, attraverso la sua pagina Facebook ufficiale, Alioto ha comunicato la sua intenzione di giocare 15 tornei all’EPT di Praga.

“Non credo che la partecipazione a dei tornei live implichi uno status di “PRO”“, ha specificato in esclusiva ad Assopoker. “Sto pensando di andare a Praga e nel frattempo sto cercando ulteriori motivazioni. Sono certo che troverò una grande carica sia dai sostenitori che dai detrattori”.

Dario Alioto

Per lui niente Main Event EPT e Hold’em: nel suo schedule ci sono solo ed esclusivamente side events di varianti, soprattutto in quel Pot Limit Omaha che da sempre è la sua specialità. Sono in programma quattro eventi da 5.300€ di buy-in (uno di 8-Game, uno di HORSE e due di PLO), che sommati agli altri undici tornei dal buy-in più contenuto, portano lo spending totale a 28.350€. Questa la lista completa:

€ 5300 8 game

€ 550 Pot Limit Omaha

€ 1100 Pot Limit Omaha – 8 Handed

€ 550 Quintuple Draw

€ 550 Pot Limit Sextuple Omaha – 6 handed

€ 5300 HORSE

€ 550 Razz

€ 550 Limit – Stud Hi/Low – 8 Handed

€ 1100 Pot Limit Omaha – Turbo

€ 5300 PL – Omaha – 8 Handed

€ 550 Limit – 7 Card Stud

€ 5300 Pot Limit Omaha 8

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

€ 550 NL Single Draw – Deuce to Seven – 6 Handed

€ 550 Quadruple Stud

€ 550 PL – Omaha Hi/Lo – 8 Handed

Visto lo spending impegnativo, Alioto ha deciso di cedere il 10% delle sue quote con un markup (aumento del prezzo) di 1.5x, vendendo quindi l’1% a 425€ invece che a 283.5€. Una pratica comune in questi casi, dettata dalle spese di trasferta e di alloggio ma soprattutto dal ROI atteso, come ci ha confermato lui stesso: “Il markup è giustificato dal ROI che ritengo di poter tenere nei tornei in programma”.

Oltre alla vendita delle quote, Dario ha anche deciso di accettare prop bet sul suo rendimento: “Inoltre accetto scommesse alla pari per chi dovesse ritenere che il mio ROI finale sarà inferiore al 50% e quindi non giustificherebbe il markup a 1,5. A me andrebbe anche bene prendere tante scommesse contro, piuttosto che vendere un tot di quote. Entrambe le opzioni motiverebbero un impegno integrale nella manifestazione”.

Nel suo schedule troviamo tornei da 5.300€ di buy-in che solitamente si ritiene siano popolati quasi esclusivamente da top professionisti. Su questo Dario non è d’accordo: “Sento dire spesso questa cosa, ma dissento totalmente. I tornei da 5k durante gli EPT spesso sono -EV per chi è competitivo nel NLHE, perché di solito si svolgono in contemporanea ad eventi di NLHE che per prizepool ed expected ROI sono molto più profittevoli. Con premi cosi “modesti” anche i pochi top player presenti tendono giocarli in modalità “for fun”. Contestualmente, le varianti attirano tipicamente un alto tasso di amatori o di top reg di Hold’em che si cimentano prematuramente nelle varianti, esprimendo di fatto delle skills amatoriali. Non mi è mai capitato un torneo di PLO, HORSE o 8-Game con buy in superiore ai 5.000€ dove non potessi aspettarmi un ROI ben oltre il 50%“.

Dario Alioto, capitano del team pro di Sisal Poker

Soltanto oggi si sono concluse le ICOOP, una kermesse che, con le dovute proporzioni, ricalca la programmazione dell’European Poker Tour: un Main Event nel No-Limit Hold’em e tanti side events di varianti. Non potevamo non chiedere ad Alioto se avesse preso parte a questa manifestazione vista la sua esperienza e le sue abilità nei giochi differenti dal NLH, ma su questo argomento ha preferito restare sul vago: “Non credo che attualmente ci sia alcun vantaggio nel pubblicizzare la propria attività di gioco online. Se non hai una poker room che crede in te (e il mercato delle sponsorizzazioni è depresso) non ha senso rinunciare a tutti i vantaggi che comporta l’anonimato. Vi ho dovuto rinunciare per anni, offrendo questo vantaggio ai miei avversari, non ho intenzione di darlo in futuro senza delle forti motivazioni. Quindi tecnicamente non posso risponderti!”

L’EPT di Praga si svolgerà all’Hilton dal 5 al 16 dicembre. Vedremo se tra i tanti italiani schierati ci sarà anche Dario Alioto, che in carriera ha centrato 21 ITM in questo circuito e nel 2011 ha anche vinto il titolo di Miglior giocatore di PLO.

COMPARAZIONE GIOCHI