Vai al contenuto

Fedor Holz: da $300k a $26,4 milioni in tre anni, il cammino di un fenomeno

Di Fedor Holz e delle sue molteplici imprese – non solo pokeristiche – abbiamo già parlato moltissime volte. Lui stesso si è raccontato al Web Summit di Lisbona un paio di mesi fa, discorso che avevamo tradotto per voi.

C’è però più di un aspetto di cui probabilmente non si è parlato abbastanza e che caratterizza ancor meglio il percorso pazzesco di questo ancor giovane professional poker player. A giudicare dal curriculum pare che Holz sia in circolazione da sempre, ma non dimentichiamo che ha soltanto 24 anni.

 

 

Nessuno come lui dal 2015

Tornando al 2015, in pochi conoscevano Fedor Holz. La sua era una carriera ancora agli inizi, sebbene quei circa $338.000 vinti nei tornei live rappresentassero già un buon viatico. Niente di straordinario però, o quantomeno niente di diverso da tanti suoi colleghi.

Da lì in poi, però, qualcosa scatta. In tre anni, Fedor passa a 26,4 milioni di dollari, vincendo più di chiunque altro in questo periodo di tempo. Colleziona 6 risultati a 7 cifre, di cui 3 piazzamenti da 3,4 milioni.

E tutto d’un tratto si ritrova al 5° posto della All Time Money List.

Un biennio da urlo

L’anno decisivo è sicuramente il 2016, quando Fedor Holz vince 16 milioni di dollari. Il colpaccio lo fa alle WSOP 2016, vincendo il One Drop High Roller da $111.111 e incassando quasi 5 milioni di dollari.

Dopo questo exploit, il tedesco di Saarbrucken annuncia a sorpresa il suo ritiro. Ma più che un ritiro vero e proprio, si tratta di una sorta di passaggio al part-time, perché da quel momento in poi vince altri 3,8 milioni di dollari.

Se questo è ritirarsi…

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Gli investimenti in altri settori

Nel 2017, Fedor Holz lancia Primed Mind, un’app per il coaching nel mindset sviluppata insieme con Elliot Roe, personaggio chiave nell’esplosione dell’Holz-giocatore. Ma i suoi interessi vanno oltre il poker giocato.

La sua passione per gli esport lo porta infatti a diventare socio di minoranza degli Envy Gaming, uno dei team di videogiocatori più famosi e vincenti al mondo. “Mi piace investire in qualcosa in cui sono emotivamente coinvolto”, dichiarava a ESPN a proposito di questa sua iniziativa.

Fedor Holz e la beneficenza

A 24 anni, trovarsi con vagonate di milioni di dollari in banca e sotto le luci della ribalta può certamente dare alla testa. Di esempi di giovani promesse del poker bruciate dall’incapacità di gestire il successo ce ne sono tanti, d’altro canto.

Ma che Fedor Holz fosse un ragazzo con la testa sulle spalle lo si era già capito anni fa. A soli 20 anni, il tedesco organizza infatti una raccolta di beneficenza, attraverso la quale riesce a raccogliere oltre 50.000 dollari per la cilena Casa Speranza.

A fine 2017, poi, il professionista teutonico scrive un post su Medium in cui si dice pronto a pareggiare qualsiasi donazione, fino a 250.000 dollari per GiveDirectly, associazione senza scopo di lucro che opera nell’Africa dell’est e aiuta le famiglie che vivono in condizioni di estrema povertà.