Vai al contenuto

Phil Hellmuth: “Fedor il più forte? Come può esserlo se gioca solo high roller da 20-40 persone?”

Negli ultimi tempi Phil Hellmuth sta ripetendo a nastro una frase ben precisa: “Ho il migliore ROI nella storia del No-Limit Hold’em“.

Si tratta di un’affermazione che nasce da un articolo nel quale Ryan Fee analizzava i suoi incredibili numeri nei tornei delle WSOP. In quell’occasione, Fee faceva notare che il ROI di Hellmuth è semplicemente irreale nei tornei di No-Limit Hold’em delle World Series.

Il campione californiano ha quindi preso spunto da quell’articolo per definirsi il giocatore con il miglior ROI di sempre nei tornei di No-Limit Hold’em.

Lo ha detto più volte, sia durante il Poker Masters, sia su Twitter. Un’affermazione che non è piaciuta a molti colleghi, i quali hanno fatto notare come quei numeri si riferissero solo alle WSOP: prendendo in considerazione tutti i tornei di No-Limit Hold’em di sempre, online e live, Phil potrebbe non essere il player con il ROI più alto.

In particolar modo è stato Daniel Negreanu a non digerire la “sparata” di Phil Hellmuth. Il canadese, contrariamente a Poker Brat, ha ammesso pubblicamente di ritenersi inferiore ai giovani regular odierni degli high roller. Ed è proprio da lì è iniziata una discussione molto dura tra i due colleghi.

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30!

multiprodotto_300x250_ita

Hellmuth: “Daniel, il migliore sono io”

Tutto è partito proprio dal tweet in cui Daniel ammetteva di non essere al livello dei regular degli high roller di oggi.

Non mi vergogno a dire che non penso di essere bravo come questi ragazzi“, ha scritto su Twitter il canadese. “Sono irreali. Per imparare devi essere umile e imparare”.

Phil ha letto il tweet e ha visto nell’umiltà di Negreanu semplice debolezza.

Io resto il numero uno al mondo nei tornei di No-Limit Hold’em e ho il miglior ROI della storia. Uno tra me e te sta delirando“, ha scritto Hellmuth.

Negreanu, già deluso dai pessimi risultati ottenuti nel Poker Masters, ha replicato immediatamente.

“Sei una brava persona, Phil, ma il tuo ego ti sta accecando. I giocatori di oggi sono fenomenali e tu semplicemente non te ne rendi conto. Invece di imparare da loro, li insulti. Tu fai quello che vuoi, io voglio imparare da loro. Buona fortuna”.

Non è tardata ad arrivare la risposta di Hellmuth:

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

“Io li rispetto. Insulto tutti perché sono Poker Brat ma imparo sempre da chiunque. Nel loro gioco vedo troppi difetti per considerarli più forti di me. E perdonami se non credo alla tua “verità”. Ho visto la tua “verità” risultare falsa troppe volte… Non fare il codardo, hai detto che ci sono tanti giocatori che mi “distruggerebbero”. Perché non fai una lista vera e propria?

La lista di Daniel Negreanu

Daniel non ha esitato a compilare una lista di giocatori più forti del collega:


Ci ho messo 8 secondi a compilare questa lista. Potrei aggiungere altri 20 nomi e fare un crossbook (un tipo di prop bet, ndr) con tutti quelli che preferisci“, ha aggiunto Negreanu.

Inizialmente Hellmuth ha accettato la bet (spalleggiato anche da Doyle Brunson), ma poi si è tirato indietro.

2 sono più forti di me“, ha ammesso Hellmuth. “Ma dovremmo riguardare questa lista tra sette anni, nel 2024. Tutti quelli che erano nella tua lista del 2010 dei “giocatori più forti di Phil Hellmuth” sono spariti dalla circolazione“.

Ma ciò che ha fatto più indispettire il 14-volte campione WSOP è un altro aspetto: nella lista di Negreanu ci sono soltanto regular dei tornei high roller. Per Phil questa differenza è fondamentale.

“Quelli che hai messo sono veri giocatori di No-Limit Hold’em?!? Oppure giocano tornei turbo da 20-100 persone? Non penso che i giocatori di quella lista siano scarsi, ma penso che siano semplicemente nella top 100 mondiale”.

Infine, Phil ha anche parlato di Fedor Holz, un giocatore che ha messo nel mirino da tempo. Le motivazioni sono molteplici: Hellmuth lo considera uno specialista degli high roller, non un campione di poker in senso tradizionale. In particolar modo, non sopporta il fatto che molti lo considerino già il più forte torneista al mondo.

Fedor Holz? Partiamo da un presupposto: se uno spende 10 milioni e fa ITM per 24 milioni e l’altro spende 7 milioni e fa ITM per 23 milioni, chi ha il ROI più alto?”, ha scritto Hellmuth in riferimento alle sue vincite milionarie, diverse da quelle del tedesco perché ottenute grazie a tornei con buy-in bassi e field molto ampi. “Potrebbe diventare il più forte in futuro, ma non vincendo high roller da 20-40 iscritti. Deve vincere alle WSOP, all’EPT e al WPT per diventare il migliore”.

COMPARAZIONE GIOCHI