Vai al contenuto

Gambling illegale su FIFA: YouTuber colpevoli, pagheranno una multa di $330.000

Lo scorso ottobre vi avevamo parlato di un giro di gambling illegale su FIFA, che aveva coinvolto due famosi YouTuber: Craig ‘Nepenthez’ Douglas e Dylan Rigby. I due erano stati accusati dalla UK Gambling Commission e a quattro mesi di distanza il caso si è risolto con l’ammissione di colpevolezza da parte dei due giovani uomini.

Pubblicità al gioco d’azzardo illegale, agevolazione del gioco d’azzardo illegale e istigazione al gioco d’azzardo minorile: questi i tre capi d’accusa che costeranno a Douglas e Rigby una multa totale di oltre $330.000 – spese legali incluse.

FIFA, lo scandalo FutGalaxy

Ricostruiamo brevemente la vicenda. Nel 2015, qualche seguace di ‘Nepenthez’ fa notare alla star di YouTube che FutGalaxy, il sito di gambling illegale su FIFA posseduto dall’amico e collega Dylan Rigby, era passibile di azioni legali. Il trentaduenne aveva risposto piccato di “andare a infastidire qualcun altro”.

Ma tutto è cambiato dopo le accuse ufficiali della UK Gambling Commission dell’anno scorso, la prima azione mai mossa contro il gambling illegale negli eSports. Rigby è stato accusato per la gestione di FutGalaxy, mentre Douglas per averlo pubblicizzato in particolare tra i minori.

Qualche giorno fa, preso atto dell’assunzione di colpevolezza da parte degli YouTuber, la Corte Magistrale di Birmingham, nella persona del giudice Jack McGarva, ha comminato a Rigby £174.000 di multa, mentre a Douglas ‘solo’ £91.000.

La vicenda rappresenta una sorta di pietra miliare nel nascente mercato degli eSports, dove il giro di scommesse ha già raggiunto livelli importanti. In Gran Bretagna, di fatto, le sentenze hanno un peso diverso rispetto agli altri paesi europei ed un precedente giurisprudenziale è vincolante e destinato a disciplinare il settore di riferimento.

Il libro bianco sulla moneta virtuale

Già nel 2016 la UK Gambling Commission aveva divulgato un libro bianco sulla moneta virtuale e su come potesse essere utilizzata per facilitare il gambling illegale – cosa di fatto avvenuta nello scandalo Douglas-Rigby.

Nel documento, la commissione ricordava come per operare nel Regno Unito qualsiasi sito di gambling avesse bisogno di una regolare licenza, pur sottolineando la mancanza di una regolamentazione sulle scommesse sugli eSports a soldi veri – una falla nel sistema sfruttata proprio dai due YouTuber.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Le piattaforme che offrono la possibilità di scommettere su se stessi (come FutGalaxy, del resto), secondo la commissione andrebbero considerate bookmaker a tutti gli effetti e per questo dovrebbero possedere una regolare licenza.

Questo passaggio è importante, perché FutGalaxy organizzava tornei con premi dedicati a eSports pesantemente influenzati dall’RNG, cosa che secondo la UK Gambling Commission rappresentava a tutti gli effetti eventi legati al gambling.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta