Gioco legale e responsabile

Live

Federico Piroddi da sballo: a Barcellona è 2° su 2.763 players e shippa 145K

Fortissimo online e si conferma un cecchino infallibile anche dal vivo. Federico Piroddi sfiora la grande vittoria nel "€550 WPT500 Barcellona", dopo una fantastica cavalcata nella tappa catalana. Finisce runner up su 2.763 paganti e si arrende in heads up al neo campione Lukasz Fraczek. Nelle tasche dell'azzurro piovono la bellezza di 145.000 euro. Da segnalare la sesta piazza di Raffaello Locatelli, il quale completa la doppietta italiana al final table. 

Scritto da
13/03/2019 10:00

3.771


Piroddi da Sanremo a Barcellona

Federico Piroddi è sicuramente uno dei grinder online più forti negli ultimi anni nel panorama italiano. Sulle .it non c’è torneo di spessore, dove non abbia lasciato il segno. Ma Federico non è nuovo ad exploit nel poker live. Infatti già in passato aveva vinto una tappa dell’IPT e un’altra serie di piazzamenti per un totale di 317.000 dollari in vincite dal vivo. Insomma non proprio un novizio. E Piroddi si è confermato anche nella tappa di Barcellona del WPT500. Un torneo che ha richiamato la bellezza di 2.763 giocatori negli otto round di qualificazione. Un numero impressionante e determinato anche dal garantito della vigilia: un milione di euro.

La folla oceanica che si è riversata nel casinò catalano ha determinato un prize pool netto di 1.340.055 euro, con ben 215.000 bigliettoni ad attendere il futuro campione. Niente male, considerando l’investimento di 550€. In 34 hanno raggiunto l’ultimo giorno di gara e come detto ci sono Federico Piroddi e Raffaello Locatelli a tenere alto il nome dell’Italia nella volata al titolo. Fra gli eliminati del final day ci sono volti noti come  Sonny Franco (16°), Nikolaos Panopoulous (15°) e Michael Dyer (13°). Un pezzo da novanta come Tobias Peters inizia il final day con appena 3 big blinds. Sembra quindi destinato ad una rapida eliminazione e invece saprà recuperare il gap a suon di raddoppi. La sua pazzesca rimonta subisce lo stop ad un passo dall’official final table, vale a dire come 11° classificato.

Immenso Piroddi

Federico Piroddi invece non fallisce l’approdo al tavolo finale e forte di uno stack assai deep lancia l’assalto al trofeo. Non vuol essere da meno Raffaello Locatelli, il quale sgomita a lungo e poi si deve accomodare alla casse in sesta piazza per 44.000€. Sul flop k 7 **p10* Lukasz Fraczek con 7-7 mette ai resti l’azzurro. Raffaello chiama con q j . Progetto di colore e incastro di scala per l’italiano che passa al comando quando al turn scende a . Il river però lo gela con a . Full per il futuro campione e Locatelli è costretto alla resa.

Se il polacco fa il bello e il cattivo tempo al final table, Federico Piroddi non sta certo a guardare e mette a segno tre eliminazioni di fila. Nell’ultima con K-J, domina K-10 di Alberto Ah Line, arrivando al duello finale con Lukasz Fraczek. Entrambi hanno 41 milioni a testa per una perfetta parità di stack. I due si scambiano spesso la leadership nel count, anche se Federico con A-A porta il suo vantaggio a 50 milioni contro i 31 milioni del rivale. Il polacco però ha un moto di orgoglio e con A-9 trova il double up vs K-10 di Federico, ribaltando la situazione nel count.

Federico Piroddi SCOOP

Federico Piroddi

E’ il preludio della vittoria per Lukasz, visto che poco dopo chiama con 8 6 l’allin dell’azzurro sul flop 2 10 9 . Federico Piroddi si presenta con 10 3 e al turn scende un 7 che fa chiudere la scala al polacco. Per lui ci sono il trofeo e la prima moneta da 215.000 euro, mentre Federico Piroddi si consola con un assegno da 145.000€. Le sue vincite dal vivo quindi, superano il muro dei 400 mila dollari in carriera. Ma soprattutto firma un’impresa per certi versi irripetibile, considerando il field di 2.763 paganti.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento