Gioco legale e responsabile

Live

WSOPE Super High Roller: Martin Kabrhel distrugge i tedeschi e trionfa per 2.6 milioni!

Il professionista ceco Martin Kabrhel ha vinto il Super High Roller delle WSOPE eliminando due tedeschi in un solo colpo e rimontando Peters nell'heads-up finale

Scritto da
29/10/2018 12:00

1.769


Doveva essere il torneo dei giocatori tedeschi, visto che dopo il Day 1 più di un giocatore su tre nel field rimanente rappresentava la Germania. E invece, nonostante ci fossero tre tedeschi in top 5 al final table, alla fine è stato un ceco a trionfare. Parliamo di Martin Kabrhel, giocatore di casa a Rozvadov ma anche esperto torneista e regular della scena high roller, vincitore di svariati milioni di dollari nei tornei dal vivo. Ecco quanto ha vinto e com’è andato il final day.

WSOPE 100k Super High Roller: Nitsche si illude, Mateos subito fuori

Il grande favorito alla vigilia del final table era Dominik Nitsche. Il fortissimo poker pro tedesco iniziava infatti l’ultima giornata con una netta chiplead (51 milioni contro i 31 milioni del più diretto inseguitore), un bagaglio tecnico di altissimo livello e un’esperienza enorme in questi contesti (l’anno scorso vinse il Big One Drop da €111.111 proprio a Rozvadov).

C’erano tutti i presupposti per assistere al dominio di Nitsche e invece per il team pro di 888Poker è arrivata una deludente 5° posizione. E pensare che la giornata di Dominik era iniziata nel migliore dei modi: pronti-via e spilla K-K, rilancia e chiama l’all-in dello short Michael Addamo. Allo showdown i Re del tedesco reggono contro l’A-4 dell’australiano, primo eliminato al final table per un premio di €264.110.

La chiplead di Nitsche era quindi ancora più forte ma da quel momento in poi non ha più ingranato. Al contrario, un altro tedesco ha iniziato una interessante scalata verso i piani alti del payout. Parliamo di Julian Thomas, protagonista dell’eliminazione del sempre temibile Adrian Mateos in 7° posizione. Il K-10 dello spagnolo era dominato all’A-10 di Thomas e il board non ha regalato scoppi. Mateos non si è perso comunque d’animo: ha incassato €331.943, si è iscritto al Day 1B del Main Event WSOPE e ha chiuso la prima giornata da chipleader.

Millions Barcellona Main Event Dominik Nitsche

Dominik Nitsche

L’uscita dei tre tedeschi

La mano chiave del torneo di David Peters c’è stata a 6 left, quando ha doubleuppato con A-A contro l’a 9 di Nitsche. Quest’ultimo si è giocato tutto sul flop 5 8 3 ma il suo progetto di colore non si è concretizzato. La mano è stata determinante anche per il tedesco, costretto a ripartire da uno short stack (mentre l’americano diventava chipleader).

Poco dopo, il pro ceco Martin Kabrhel ha eliminato proprio Nitsche insieme al connazionale Jan-Eric Schwippert. Dopo una serie di rilanci preflop, Kabrhel, Nitsche e Schwippert sono andati ai resti rispettivamente con A-A, Q-Q e A-8. Non c’è stata alcuna sorpresa sul board e i due tedeschi si sono quindi dovuti alzare insieme, in 6° e 5° posizione.

Subito dopo è stato eliminato Mikita “Fish2013” Badziakouski, quarto classificato per €789.612.  Nel suo caso è stato fatale un all-in con a 3 , chiamato dall’A-Q dello scatenato Kabrhel.

La fase 3 left iniziava con il ceco nelle vesti del chipleader ma alla primissima mano dopo l’uscita di “Fish2013” ha perso un piatto da 40 milioni contro Julian Thomas. Ciononostante, il tedesco si è poi dovuto arrendere in 3° posizione quando ha messo tutto in mezzo con 6-6 e ha ricevuto il call di David Peters con 8-8. Per lui una terza posizione da €1.116.308.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

La rimonta e il successo di Martin Kabrhel

L’heads-up vedeva David Peters nettamente favorito, non solo perché avanti di 147 milioni di chips a 42 milioni ma anche per una questione di skills ed esperienza. Il giocatore di casa non si è arreso e grazie a un hero call fallito dall’americano (ha chiamato una grossa puntata sul board q 4 2 3 7 con q 8 e si è trovato contro 5 6 ) è tornato ad avere un pari stack.

Dal momento in cui sono tornati in una situazione di equilibrio, sono passate poche mani per giungere alla conclusione del torneo. A un certo punto, infatti, Kabrhel ha rilanciato a 5.5 milioni dallo small blind/bottone e di fronte alla 3-bet di Peters a 22 milioni ha chiamato con 6 6 , ma non prima di dire: “Buona fortuna David, questa potrebbe essere la mano finale“.

Martin Kabrhel

Sul flop 6 5 3 ha floppato top set. Peters ha fatto check e Kabrhel si è preso la bellezza di 3 minuti e 40 secondi prima di fare action. Alla fine ha puntato 14.9 milioni, Peters ci ha ragionato per qualche secondo e poi è andato all-in per 71.4 milioni. Kabrhel ha snap-callato e allo showdown ha scoperto di essere contro a k . Peters poteva solo sperare in uno split pot ma il 8 sul turn lo ha reso ufficialmente drawing dead.

Al conteggio delle chips si è scoperto che i due giocatori avevano esattamente lo stesso stack. Il torneo si è quindi concluso con il ricchissimo successo di Martin Kabrhel, vincitore del Super High Roller delle WSOPE per €2.624.340. Al runner-up David Peters un premio di €1.621.960.

Il payout:

  1. Martin Kabrhel Czech Republic €2,624,340
  2. David Peters United States €1,621,960
  3. Julian Thomas Germany €1,116,308
  4. Mikita Badziakouski Belarus €789,612
  5. Dominik Nitsche Germany €574,406
  6. Jan-Eric Schwippert Germany €430,218
  7. Adrian Mateos Spain €331,943
  8. Michael Addamo Australia €264,110

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento