Gioco legale e responsabile

Live

Poker Live: Sisca vola nel Mini Main Event, poker azzurro alle WSOPC

L'Italia c'è al King's. Il day 1B del Mini Main Event WSOPC si colora di azzurro con la leadership di Angelo Sisca sulla strada che porta al day 2. Quattro i nostri connazionali che mettono in tasca il pass e con la sicurezza di essere già a premio. Tutto questo, con altri 5 round da giocare fra oggi e domenica mattina. Intanto a Las Vegas, per gli high rollers del Venetian, vince ancora Punnat Punsri che dopo l'evento#1, shippa pure l'evento#2. 

Scritto da
07/01/2022 11:14

690


Poker Live da sballo per l’Italia al King’s, durante le WSOPC. Angelo Sisca padrone assoluto del Mini Main Event e in tutto sono 4 gli azzurri che proseguono la corsa. Sé in Repubblica Ceca si parla italiano, a Las Vegas va di moda il Tailandese con lo scatenato Punnat Punsri. Vediamo quello che è successo.

Poker Live: Sisca va di fretta al King’s

Il Poker Live non conosce soste e al King’s l’azione diventa incandescente, con il €250 Mini Main Event che mette in palio un garantito di mezzo milione di euro, alle WSOPC. Il day 1B parla italiano, grazie alla prestazione perfetta di Angelo Sisca. L’azzurro non fa sconti e chiude il secondo round di qualificazione al comando dei 40 left, con 1.304.000 gettoni. Stack di grandissimo spessore, considerando che il più vicino dei rivali è Andrei Makavets con 1.150.000 pezzi.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

poker room

Insieme a Sisca, ci sono altri tre azzurri che completano il giro di boa e si assicurano l’ingresso a premio: ricordiamo che ogni singolo flight si chiude allo scoppio della bolla e così, per i promossi del day 1B ci sono almeno 400 euro di ricompensa, in attesa ovviamente del day 2. Sisca on fire quindi, ma non vuol essere da meno Agostino Scozzari che si assicura la quarta casella nel count con 1.040.000 chips.

Daniele Cammarata si tiene leggermente sotto media con 386.000 pezzi, ma ci sono tutte le condizioni per assistere ad una bellissima cavalcata. Infine, il quartetto italiano è chiuso da Agazio Gerace che ritroveremo con 295.000 gettoni. In tutto hanno preso parte al day 1B 293 players unici e sono stati spesi 106 re-entry, per un totale di 399 ingressi.

Sommati a quelli del day 1A, il parziale dei paganti recita 639. I 40 promossi di ieri portano il dato dei qualificati a 64. Oggi doppio round, così come domani, mentre domenica mattina ultimo appello in versione turbo. Domenica pomeriggio tutti i giocatori che hanno raggiunto il day 2 daranno vita alla discesa verso la terza giornata.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

La top 10 del day 1B

  1. Angelo Sisca Italy 1304000
  2. Andrei Makavets Belarus 1150000
  3. Arnost Kopecky Czech Republic 1097000
  4. Agostino Scozzari Italy 1040000
  5. Harel Hugi Israel 941000
  6. Malik Nouri France 908000
  7. Vladimir Olesnan Slovakia 821000
  8. RIQu Germany 735000
  9. Damir Bermanec Croatia 719000
  10. Robert Obrtlik Slovakia 679000

Poker Live: Punsri in versione rullo compressore

Il poker live non si ferma nemmeno a Las Vegas e il secondo dei quattro high rollers decolla al Venetian. Altri 10.000 dollari per sedersi e dopo il quasi successo di Erik Seidel nella prima giornata, ecco che altri 37 players si sono lanciati nella mischia. 370.000 dollari di montepremi, con 6 posizioni a spartirsi la cifra: cash minimo di 18.500$ e ben 133.200 bigliettoni ad attendere il neo campione. Dicevamo di Seidel che ci riprova dopo la seconda piazza, ma questa volta la sua corsa si arena a metà giornata: A-Q non basta vs 9-9 e l’americano saluta anzi tempo.

Niente zona premi per il Re degli High Roller del 2021, Ali Imsirovic. Il bosniaco alza bandiera bianca al nono posto e pur centrando l’ennesimo tavolo finale, non può nulla con con 10 10 vs a a di Punnat Punsri. La coppia d’assi del campione del primo high roller tiene e perdiamo un grande protagonista. L’ultimo a mancare la zona premi è Dylan Linde. Il fortissimo player americano parte avanti con J-J vs 7-7 di Masashi Oya.

Ali Imsirovic by Pokernews.com

Il nipponico hitta un sette al river e per Dylan c’è la bolla piena ad attenderlo. Raggiunti i premi, il primo ad avviarsi alle casse è Barry Hutter, il quale finisce in allin sul flop 8-10-A con Q-10, indietro rispetto ad A-3 dello scatenato giapponese che relega al sesto posto il rivale. Quinta piazza per John Flynt, con Andrew Lichtenberger out ai piedi del podio, quando il suo A-3 è dominato da A-K di Oya.

Il giapponese appare lanciato verso il successo a tre left, ma subisce il pesante raddoppio di Punsri e dopo essersi accorciato, è fuori dai giochi al terzo posto con 6-6 vs A-J di Chris Brewer. Quest’ultimo inizia il duello finale con la metà delle chips del rivale tailandese, ma dopo un lungo tira e molla piazza il sorpasso. Il flop q 9 2 porta in dote la doppia coppia all’americano che ha in mano q 9 rispetto al progetto di colore di Punnat con 9 5 . Turn e river non cambiano la situazione e Brewer vola al comando.

Immediata la reazione del campione dell’evento#1 che fa double up con 10-8 vs A-6. Situazione di parità che si chiude a favore del player asiatico poco dopo. Galeotto il board Q 5 2 9 2 , sul quale Chris muove allin con K 6 e Punnat Punsri snappa con J 8 per il colore. Il giocatore tailandese mette a segno un clamoroso back to back in appena 24 ore e si assicura il secondo high roller al Venetian di Las Vegas.

Il payout

1 Punnat Punsri  133,200$
2 Chris Brewer  88,800$
3 Masashi Oya  59,200$
4 Andrew Lichtenberger  40,700$
5 John Flynt  29,600$
6 Barry Hutter  18,500$