Vai al contenuto

Daniel Negreanu “braccato” agli high stakes online

Daniel Negreanu: c'è un tempo per baciare ed uno per bruciare...Che Daniel Negreanu non goda di molta stima come cash player – perlomeno ad alti livelli – è abbastanza risaputo, e quel che è successo nella giornata di ieri ce lo conferma in qualche modo, quando il pro di PokerStars ha annunciato di avere “un po’ di soldi da bruciare” e si è seduto al NLHE $100/$200 con ante $50 della propria piattaforma.

L’annuncio via Twitter del giocatore canadese ha scatenato molti regular del livello ed alcuni giocatori noti, come ad esempio Daniel Alaei, Brian Townsend o Jason Mercier, che assieme a molti altri players si sono messi pazientemente in fila pur di confrontarsi con Daniel.

Dopo poco i giocatori in attesa erano molti, ed a dire la verità Daniel è riuscito in qualche modo a difendersi, dal momento che le cronache ci dicono come abbia perso circa 30.000 dollari, una cifra contenuta se rapportata a questi stakes e se pensiamo che effettivamente i giocatori affrontati da Negreanu sono probabilmente migliori di lui nel cash game short handed.

Ciò nonostante, alcune mani giocate da Negreanu hanno suscitato la perplessità di più di uno spettatore. In una di queste, Daniel apre da BTN 7 5 a 600 $, venendo 3betatto dallo SB – l’olandese Bijan “Mr Zahmat” Zahmat – fino a 2.200 $, e decide di chiamare in posizione.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il flop è 3 3 7 , ed è su uno dei board più dry della storia che si scatena l’inferno. Zahmat esce infatti puntando 2.400 $, ovverò metà piatto, Daniel Negreanu gayraisa fino a 4.800 $ solo per vedersi 3bettato fino a 8.250$ da “Mr Zahmat”, a cui alle spalle non restano che 10.400$.

KidPoker” decide comunque di 4bettare all-in, ricevendo l’ovvio call: allo showdown Negreanu vede la sua mano schiacciata dal 3 4 dell’olandese, che dopo aver visto scivolare via turn e river vince un piatto da 42.000 dollari. I commenti dei giocatori online sono stati naturalmente caustici.

Ad onore degli squali che avevano prevedibilmente accerchiato il tavolo di Daniel Negreanu, va detto che questi hanno continuato a giocare anche dopo che il canadese ha abbandonato la partita: forse nella speranza di vederlo tornare a sedersi in un lasso di tempo che si augurano il più breve possibile…