Gioco legale e responsabile

News

L’incredibile giornata di Kenneth Strauss, quello della scarpa sul tavolo. Arrestato, giovedì il processo

Scritto da
03/09/2019 15:30

1.338


La storia dell’arresto di Kenneth Strauss si tinge di nuovi e molto accurati particolari che gli sono costati un arresto e un rinvio a giudizio che lo farà comparire il prossimo 5 settembre in tribunale. È la cronaca di una incredibile giornata vissuta sul filo del rasoio, ben lungi dal vedere passare i titoli di coda. 

I lettori più assidui di Assopoker si ricorderanno quell’incredibile episodio che lasciò tutti esterrefatti alle World Series Of Poker di quest’anno, dove, durante il day 1C del Main Event, un simpatico omino di mezza età ebbe la brillante idea di spogliarsi rendendo ben visibili le sue grazie e lanciare sul tavolo da gioco una delle sue due scarpe da tennis.

L’arresto con cauzione di Kenneth Strauss

Qualche settimana dopo, Kenneth Strauss, 45enne, è stato arrestato per aver postato sui social alcune affermazioni in cui prima dichiarava di voler mettere a soqquadro i casinò dai quali era stato bannato, poi velatamente minacciava una sorta di sparatoria come tante se ne vedono negli USA. La cauzione è stata fissata in $150.000.

Proviamo ad andare con ordine.

L’incriminazione per i due reati di cui sopra arrivava solo al termine di una giornata da “Die Hard” del buon Ken. 

La prima segnalazione

I media di Las Vegas hanno ricostruito tutti gli accadimenti di quel 27 luglio, iniziato con uno spiacevolissimo episodio che vedeva protagonista il Red Rock Casino Resort pronto a segnalare alla Polizia Metropolitana, alle 08,40 AM, un tentativo di avvicinamento di un bambino di 8 anni da parte di Strauss. 

La vicenda non sembrerebbe chiarissima, anche perchè, agli atti, risulterebbe una difesa ufficiale di Strauss che avrebbe dichiarato di aver riconosciuto il bambino come figlio di una coppia che lui frequentava da tempo.

Pare che l’invito a salire nella sua camera, sarebbe stato esteso anche ai suoi genitori per ricordare con loro i tempi andati di Pittsburgh. 

Lo stalking

L’episodio è stato sufficientemente grave per i responsabili del Red Rock, che hanno deciso di bannare Kenneth Strauss e informare la polizia anche di una soffiata arrivata da un investigatore privato, dalla quale emergeva una reiterata azione di stalking verso altre persone, sempre da parte di Strauss.

Intorno alle 14,40 sempre di quella stessa giornata, Strauss è andato in cerca di un posto dove stare e sembrerebbe aver trovato alloggio al Trump International Hotel, dove sarebbe riuscito a fare il check-in.

Ken Strauss Las Vegas

Il tragitto dal Venetian al Trump

Prima ancora di quel tentativo, evento emerso dal rapporto della polizia, Strauss aveva fatto scattare un allarme generale all’interno del Venetian (dove peraltro anche lì era regolarmente registrato), minacciando e millantando un tentativo di suicidio se mai qualcuno gli si fosse avvicinato. 

Il Venetian stesso ha fatto controllare dalla propria security la stanza di Strauss, per poi scoprire, insieme alla polizia, che Strauss era già andato via da una decina di minuti.

Qui sono intervenute le telecamere disseminate sul tragitto che va dal Venetian al Trump percorso con un taxi dal nostro eroe. 

Intorno alle ore 16,00 Strauss è stato finalmente fermato e catturato dalla polizia di Las Vegas per le accuse che vi abbiamo segnalato a inizio articolo. 

 

I dati sul telefonino

Nel momento in cui la polizia ha fatto irruzione nella camera di Kenneth, ha intimato l’uomo a consegnare il suo telefonino, ma è stato lo stesso Strauss a impugnarlo come se volesse cancellare alcuni dati dalla memoria. 

Un altro squarcio poco lucido della giornata di Strauss verso il quale si possono provare tutta una serie di sentimenti divergenti, che vanno dal, passateci il termine, “sorriso” per l’episodio alle WSOP, a qualcosa di più serio se si ripercorrono gli eventi della giornata appena descritta. Qualcosa che fa dubitare, purtroppo, della perfetta forma mentale di Strauss.

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Da segnalare che subito dopo la squalifica dal Main Event delle WSOP, Strauss ha passato qualche giorno in un ospedale psichiatrico per motivi di sicurezza, dal quale è stato rilasciato il 15 di luglio. 

La prossima apparizione in Tribunale è prevista per il 5 di settembre. 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento