Vai al contenuto

OPOY: lotta serrata per lo scettro del poker online

Steve 'gboro780' Gross è a caccia di una storica riconferma come OPOYProsegue la corsa al titolo di Online Player Of the Year, il prestigioso riconoscimento indetto da CardPlayer e che premia ogni anno i giocatori di tornei di poker online più vincenti e regolari della stagione.

Nel corso degli ultimi anni si sono avvicendati su questo prestigioso trono alcuni dei più rispettati e temuti interpreti degli MTT, come ad esempio Isaac “westmenloAA” Baron, Alex “AJKHoosier1” Kamberis e Steve “gboro780” Gross, campione uscente ed ancora in lizza per un clamoroso back-to-back.

Al momento, infatti, in testa alla classifica svetta Casey “bigdogpckt5s” Jarzabek, canadese capace di vincere due milioni di dollari in carriera e che quest’anno ha già conquistato 7.046 punti e 570.000 $. In seconda posizione troviamo Taylor “ambiguosity” Paur, a quota 6.744 punti e 770.000 $ vinti, mentre in terza piazza tiene botta proprio Steve “gboro780” Gross, che ha 6.700 punti e 732.000 dollari vinti finora.

Come potete notare, la classifica è decisa da un punteggio che tiene conto del field dei vari tornei in cui si sono conseguiti risultati utili, e non semplicemente del denaro che si è riusciti a vincere.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Rispetto a qualche tempo fa, “ambiguosity” ha perso un po’ di terreno mentre “gboro780” – grazie a due tavoli finali disputati in importanti tornei su Full Tilt Poker nelle scorse settimane – è riuscito a recuperare e adesso si fa sotto minaccioso, forte di una fama che lo vuole il miglior torneista online al mondo. D’altro canto, per vincere oltre 3 milioni di dollari nel giro di tre anni e mezzo contando solo sui tornei di poker online qualcosa del gioco bisognerà pure averlo capito…

Altri nomi in ballo sono ad esempio quelli di Corey “Comandr_Cool” Burbick piuttosto che di Mickey “Mement_mori” Petersen, personaggi ben noti agli appassionati e che assieme ad un ristretto gruppetto di altri players d’elite cannibalizzano una corsa che sembra, legittimamente, soltanto cosa loro.

Naturalmente ancora deve passare molta acqua sotto i ponti prima che la corona di OPOY trovi la testa su cui posarsi, ed il fatto che le posizioni di testa siano tanto vicine fra loro lasciano intendere quanto il livello di questi giocatori sia alto e fare previsioni azzardato: anche se non è detto che vinca il migliore, di certo chiunque verrà proclamato campione se lo sarà meritato.