Vai al contenuto

Pokerstars EPT Sanremo – Day 2

La corsa verso il titolo dell’EPT Sanremo e’ giunta alla fine del terzo giorno di intensa competizione, il day 2. Vi prendevano parte 469 players, tra i quali si confondeva una truppa di 165 giocatori italiani, con abilita’, provenienza, storie e aspettative diversissime tra loro, ma con un unico sogno comune: alzare il trofeo e portare a casa il milione e mezzo abbondante di euro, che sta lì in attesa di conoscere la propria destinazione.

Il primo obiettivo però si chiama "in the money", che significa innanzitutto tornare a casa da questa esperienza con un profitto, seppur piccolo ma significativo per le energie psicofisiche che un torneo di queste dimensioni richiede all’organismo di ogni singolo partecipante.
Sono 112 le posizioni che verranno pagate a questo Pokerstars.it EPT Sanremo, privilegio che stavolta non toccherà a Luca Pagano, recordman assoluto di piazzamenti a premio nella storia dell’European Poker Tour. La corsa di Luca, partito già abbastanza short, si arresta quando un avversario effettua uno slowplay, non re-raisando i suoi KK sul raise di Luca da small blind. Sul flop a 8 4 Luca, che ha j 9 , prova a portare la mano a casa in "semibluff", ma l’avversario, dopo diversi minuti di riflessione (dovuti probabilmente all’asso presente sul flop), decide di fare call. Nessun cuori si materializza su turn e river e il Pokerstars Team Pro italiano è player out.
Non ce la fa neanche il chipleader italiano ad inizio day 2, Vincenzo Spinelli. Il calabrese, sceso dalle 79mila chips iniziali a poco meno di 50mila, trova uno scontroo fatale con le sue QQ contro AK di un avversario che legano sul flop, ponendo fine al torneo del reggino.

Chi invece sembra un rullo compressore è il croato Dragan Galic, autore di un vero e proprio "one man show" finora, al Casinò Municipale di Sanremo. Dragan (foto sopra) è in testa praticamente da metà del day 1A, e riesce a "fare" chips con una facilità disarmante, e chiude il day 2 alla quota pazzesca di 552.900 chips.

Gli italiani comunque si difendono molto bene, e a fine giornata saranno circa 40 i nostri superstiti fra i 125 players ancora in gara. Non ci sono andati ufficiali, ma vi possiamo dire con certezza che, dietro l’ovvia leadership di Galic, la seconda posizione dovrebbe essere dell’olandese Rykenberg a 381mila chips, mentre in terza ci dovrebbe essere l’italiano Giuseppe Argento (foto a destra), che ha raggiunto la ragguardevole quota di 365 mila chips circa grazie ad un’ultima clamorosa mano in cui, con KK, riesce a fare mettere tutte le chips in mezzo ad un suo avversario con pari stack, su un board con J 4 8 3 3, con in mano AJ. Un piatto mostruoso che ha proiettato il grintoso pugliese in testa ai nostri, tra i quali sono ben messi anche Trimboli con 235mila e Mazzarello con 215mila.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Per i dati ufficiali e tutti gli aggiornamenti di un day 3 che si annuncia scoppiettante, l’appuntamento è dalle 14 con il nostro Blog Live, in compagnia di Yaya, ilpizzopazzo, Stee Catsy e Tury con i suoi video sempre originali e sorprendenti…Stay tuned!!!!!!!!!!

 

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".