Vai al contenuto

Sanremo: il Poker batte il Festival

"Il Poker ha battuto il Festival di Sanremo" queste le primissime parole del Responsabile del Casino’ di Sanremo, Dario Biamonti, che ha dichiarato alla conferenza stampa tenutasi all’interno del teatro del Casinò di Sanremo alle ore 12 di ieri, dinanzi ai rappresentanti dei media italiani. "La ricettività non solo della città, ma della provincia tutta, è stata messa a dura prova: si sono registrati dei "sold out" da Imperia fino a Bordighera per quanto riguarda le strutture atte ad ospitare tutte le persone impegnate in questa tappa dell’European Poker Tour, e questo è un risultato che non si raggiunge nemmeno durante le edizioni del festival della canzone italiana."
Biamonti continua dicendo "I dati definitivi verranno poi comunicati nei prossimi giorni, ma fin da ora possiamo tranquillamente comunicare che il "boom" del poker ha davvero superato ogni più rosea aspettativa."

"1178 iscritti è il record assoluto in Europa per quanto riguarda un torneo di Texas hold’em. Mai nei tornei precedenti, e non solo dell’EPT, si era registrato un numero così ampio di partecipanti". Sono le prime parole di Luca Pagano, responsabile dell’organizzazione di questo evento Sanremese insieme al suo staff ed a Pokerstars. "Sono 3 anni che cercavamo di convincere il casinò di Sanremo ad organizzare questa manifestazione, ed oggi finalmente, con grande soddisfazione di tutti possiamo dire che il successo è finalmente arrivato. Record su record, l’italia del poker si sta imponendo in maniera determinante nel palcoscenico mondiale, e per l’anno prossimo ci stiamo attrezzando per poter arrivare ad essere concorrenziali con le World Series of Poker."

Fabio Angeli Bufalini, country manager di PokerStars.it, ha invece focalizzato il suo intervento sul punto che "nel 2009 si arriverà a raccogliere quasi 4 miliardi di euro per il gioco online nel nostro paese, a dimostrazione che la crescita imponente e costante porterà nel prossimo anno ad un ulteriore aumento del fatturato, ma soprattutto si raggiungeranno risultati come altre realtà già esistenti in Europa come Germania, Francia, Olanda ed anche gli Stati Uniti dove esiste un mercato sicuramente più consolidato."

Bufalini ha poi presentato il 1° Campionato Pokerstars.it Poker Tour, riservato a tutti i giocatori italiani, "sarà un torneo itinerante nei Casinò italiani, e le qualificazioni si svolgeranno oltre che sulla pokerroom Pokerstars.it anche nei circoli aderenti alla FederPoker."

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Luca Pagano ha poi presentato anche pokerforlife.it, società onlus che doveva vedere la luce nei primi giorni di maggio, ma che gli eventi drammatici del terremoto abruzzese hanno fatto anticipare, facendola nascere nei giorni precedenti all’EPT ed organizzando immediatamente un primo torneo di beneficenza proprio nella giornata di ieri. "1.200 euro sarà il buy-in, il fee di 200 euro sarà interamente devoluto in beneficenza e per ogni giocatore Pokerstars verserà ulteriori 300 euro, per una somma complessiva di ben 500 euro. Questa somma sarà poi versata e devoluta in beneficenza alla Croce Rossa Italiana, che utilizzerà questa somma per le popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo.". Luca prosegue: "vorremmo creare una mentalità diversa, soprattutto in queste grandi occasioni, quando le vincite sono così ampie (ricordiamo che il vincitore dell’EPT porterà a casa oltre 1.500.000 di euro, ndr), sarebbe bello se ogni vincitore devolvesse anche un semplice 1% del suo importo: alla fine dell’anno potremmo parlare di cifre consistenti donate ad associazioni impegnate nel campo dell’assistenza e della cooperazione."

Ultimo siparietto per concludere la conferenza stampa è stato riservato ai due Pro di Pokerstars, Luca Pagano e Dario Minieri, che hanno raccontato come si sono conosciuti: "Ho trovato Luca Pagano online, ho chiesto se era veramente lui, e così abbiamo cominciato a sfidarci in qualche Heads-up". Ma il vero scoop lo rivela Pagano: "si, mi chiedeva in chat, ‘ma sei davvero te?’, ‘Sono felice di conoscerti’, e poi abbiamo fatto 4 HU, il risultato è stato devastante…4-0 per Dario!!! Il talento esce sempre ed oggi siamo colleghi, fieri entrambi di esserlo per Pokerstars, e soprattutto essere amici anche fuori, nella sfera privata".

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".