Vai al contenuto

Sparatoria a Las Vegas, Dan Bilzerian: “Ho visto una ragazza morire”. La convivente del killer lavorava all’Atlantis

La sparatoria avvenuta poche ore fa a Las Vegas tocca da vicino il mondo del poker. Anzi, da vicinissimo: Sin City è e resterà sempre la capitale mondiale del gioco che tanto amiamo, oltre ad essere la casa di centinaia di giocatori professionisti.

Molti di loro hanno utilizzato Twitter per esprimere il loro cordoglio oppure per raccontare personalmente come hanno vissuto e come stanno vivendo questi momenti terribili.

Joey Ingram: “Ero lì poco prima, è surreale”

Siamo abituati a conoscere il Joey Ingram dei podcast, quello che ride e scherza con i suoi ospiti. Questa tragedia lo ha però toccato molto da vicino.

Me ne ero appena andato da quella zona“, ha scritto su Twitter in un primo momento. “La polizia dice che il sospetto è diretto esattamente nel posto dove mi trovo ora. Siamo chiusi dentro l’hotel”.

Successivamente, quando il sospetto è stato ucciso dalla polizia, Ingram ha scritto con grande tristezza: “Non so come farò a dormire stanotte. Ho sentito cose del genere accadere in tutto il mondo, ma nelle strade della mia città… È surreale. Domani milioni di persone si sveglieranno e non crederanno a ciò che è successo”.

Joey Ingram

Dan Bilzerian e la fuga dal concerto

Non è ancora chiara la dinamica della sparatoria, né se si tratti di un attentato terroristico ma dalle prime dichiarazioni la polizia ha detto che si è trattato di un’azione di un lupo solitario. Tutto sarebbe partito da un concerto all’aperto di fronte al Mandalay Bay, a cui Dan Bilzerian stava assistendo da dietro le quinte.

Improvvisamente, gli spari. Infami, perché dall’alto e con armi automatiche. Un testimone ha detto che sono stati sparati centinaia di proiettili, caricatore dopo caricatore.

Questo è uno dei video più forti, perché testimonia come un semplice concerto si possa trasformare in una tragedia.


Dan (che in passato ha più volte difeso il diritto di possedere armi per legittime difesa proprio in casi come questo) è riuscito a mettersi in salvo e ha documentato la sua fuga in diretta su Instagram. Agghiacciante il suo commento con il fiato rotto:

“Porca pu**ana! Hanno sparato in faccia a una ragazza. È tutto fottutamente folle”.

Scopri tutti i bonus di benvenuto


In un successivo video, Dan ha dichiarato:

“Vado a prendere il mio fucile e torno indietro. C’è stata una sparatoria di massa. Ho visto una ragazza prendersi una pallottola in faccia, le hanno fatto saltare il cervello“.

La convivente lavorava per i casinò

Si sa poco o niente del killer e della sua convivente, se non che entrambi erano cittadini di Las Vegas. L’uomo è stato ucciso dalla polizia nel corso di una sparatoria, mentre la donna è ancora in fuga.

Si chiama Marilou Danley, e sul suo profilo Linkedin scriveva di essere originaria di Reno, in Nevada, e di lavorare per l’Atlantis Casino Resort Spa.

Non si conoscono le motivazioni dietro a questo folle gesto. Purtroppo si conosce solo il primo, tremendo bilancio: più di 100 feriti e oltre 20 morti.