Vai al contenuto

Ted Forrest arrestato a Las Vegas: era milionario grazie allo Stud, oggi è broke?

Non molti sanno che nei primi anni duemila Ted Forrest era uno dei giocatori di poker più vincenti al mondo. Nel libro “The Professor, the Banker, and the Suicide King”, Michael Craig racconta che solo nelle prime dieci settimane del 2001 aveva vinto 2.3 milioni di dollari giocando esclusivamente lo Stud cash game a limiti altissimi. Fin dall’inizio degli anni novanta Ted aveva vinto cifre da capogiro in questa variante, nella quale era considerato uno dei migliori di sempre.

Craig ipotizza che nel corso della sua carriera di poker pro, Forrest abbia vinto decine di milioni di dollari giocando gli Stud Games tra partite private e i tavoli high stakes di Las Vegas. Una circostanza confermata da più parti sul web, dove si parla addirittura di 80 milioni di dollari guadagnati grazie alle sue abilità con le 7 carte.

Ma il successo di Forrest non si limita al cash game: ha anche accumulato vincite lorde nei tornei dal vivo per 6.3 milioni di dollari. Nella sua bacheca ci sono sei braccialetti WSOP, di cui uno nel No-Limit Hold’em, uno del PLO8 e quattro nei giochi Stud (compreso il Razz).

ted-forrest
L’ultimo acuto di Ted Forrest è stato alle WSOP 2014, quando sconfisse Phil Hellmuth nel Razz

Nonostante questi numeri e il palmares da top player, negli ultimi tempi sono venute fuori voci insistenti riguardo lo stato disastroso delle finanze di Ted Forrest. Per molti sarebbe addirittura broke, una circostanza che nella giornata di ieri potrebbe aver trovato la definitiva conferma: il mago dello Stud è stato arrestato dalla polizia di Las Vegas per furto e assegni scoperti.

Premettendo che la situazione non è ancora molto chiara, secondo le carte rese pubbliche dal Clark County District Court, Forrest avrebbe accumulato debiti per centinaia di migliaia di dollari verso vari casinò di Sin City.

Nelle carte del suo arresto c’è anche una confessione firmata dallo stesso poker player nel 2013, dopo aver ricevuto un credito di $270.000 da parte del Wynn Casino. In quell’occasione Ted si impegnò legalmente a restituire il denaro attraverso 10 pagamenti mensili da $10.000 e un pagamento finale da $170.000. All’incirca nello stesso periodo avrebbe giocato a credito al Mirage; dopo aver perso $40.500 avrebbe scritto un’altra confessione impegnandosi a pagare entro una data prestabilita.

Forrest non ha pagato il debito con il Wynn nei tempi prestabiliti, ma la contesa è stato comunque chiusa. Il Mirage, invece, non ha visto nemmeno un centesimo e ha quindi deciso di denunciarlo. Il suo arresto non deriva però dalla causa legale (che è ancora in corso) ma da due assegni scoperti che Forrest avrebbe firmato tra il 2012 e il 2013 per ripagare precedenti debiti sempre con il Wynn Casino.

Come dichiarato dall’avvocato del giocatore, le autorità lo hanno arrestato per la concomitanza della causa legale in corso e degli assegni scoperti. Il legale ha anche detto che non crede che il suo assistito debba pagare perché il credito concesso dai due casinò non rientrerebbe nel concetto di prestito. Secondo Forrest si trattava di una sorta di bonus/ricompesa.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ma com’è stato possibile che Ted Forrest abbia perso tutti i milioni di dollari vinti nel corso degli anni?

Molti utenti di Twoplustwo sostengono che il suo declino sia iniziato nel 2010, quando vinse una mega prop bet stretta con Mike Matusow. The Mouth scommise la bellezza di 2 milioni di dollari che il collega non sarebbe riuscito a perdere 50 libbre (23kg) in due mesi. Ted, noto per essere uno dei gambler più determinati, accettò e riuscì nell’impresa. Pare che nei mesi successivi abbia iniziato a giocare a credito contando proprio sui 2 milioni di dollari che gli sarebbero arrivati di lì a poco.

Il problema è che Matusow non lo ha mai pagato completamente: secondo le dichiarazioni di Forrest, The Mouth gli avrebbe consegnato solo $200.000 e non avrebbe alcuna intenzione di sborsare i rimanenti 1.8 milioni di dollari.

Da questo torto subito sarebbe iniziato un declino inesorabile, sia a livello economico che emotivo e psicologico: sui forum americani ci sono racconti inquietanti sulle stranezze che mette in mostra al tavolo e sull’incapacità di giocare. Qualcuno sostiene addirittura che perdere tutti quei chili in così poco tempo gli abbia causato dei danni cerebrali.

La verità la conosce solo Ted Forrest, un campione di poker in grado di vincere decine di milioni di dollari e perderne altrettanti nel giro di pochi anni.