Vai al contenuto

Unione Europea contro gli USA

La Commissione Europea è decisa più che mai a risolvere il contenzioso con gli Stati Uniti per l’introduzione della messa al banda degli operatori esteri che offrono servizi per il gioco online. La Commissione, secondo quanto riportato da Jamma.it, ha deciso di avviare una indagine sulle norme adottate negli USA in merito alla situazione che sta penalizzando non poco gli operatori europei.

L’indagine dovrà stabilire se siano stati messi in atto atteggiamenti discriminatori nei confronti delle società europee subito dopo l’entrata in vigore della UIGEA (Unlawful Internet Gambling Enforcement Act). L’Unione Europea ritiene infatti che queste norme rappresentino una reale forma di discriminazione che penalizza in particolar modo gli europei e sulla base di questa considerazione è stato redatto un questionario indirizzato ai funzionari statunitensi di alto livello nel quale si suppone che da parte loro ci sia la volontà di mantenere una posizione precisa sulle accuse di discriminazione.

Il World Trade Organization (WTO), organizzazione per il Commercio, ha già avuto modo di esprimersi sull’UIGEA sostenendo che queste norme violano le norme commerciali internazionali.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

A quanto pare l’UE, ora, si è fatta convincere da società locali ad aprire un’indagine. Nel frattempo il Commissario Europeo per il Commercio Peter Mandelson ha detto di essere deciso a sostenere il delegato americano Barney Frank e la cosiddetta proposta di legge ‘Barney Bill’ che annulla la UIGEA.

Che il mercato europeo riapra le porte al poker online europeo?

MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI