Vai al contenuto

WSOP 2010: i November Nine, Candio e i suoi fratelli

November-NineProviamo a conoscere i magnifici nove che a novembre si disputeranno la corona iridata e 8.9 milioni di dollari. previsti per il vincitore. Di Filippo Candio e Michael Mizrachi conosciutamo tutto o quasi. E gli altri sette chi sono?

Prima di analizzare il tavolo finale del Main Event delle WSOP 2010, è  necessario dare uno sguardo alla sua composizione geografica: Filippo è il solo europeo presente; c’è da registrare invece il dominio assoluto dei nord americani. Il Canada è rappresentato dal chipleader Jonathan Duhamel e da Matthew Jarvis che partirà short. Gli altri sei players sono tutti statunitensi, anche se Joseph Cheong è originario della Cina e Cuong “Soi” Nguyen è nato in Vietnam.

I November Nine sono la sintesi di field pazzesco di 7.319 players provenienti da 92 nazioni diverse. Hanno partecipato 18 ex campioni del mondo e 150 detentori di almeno un braccialetto. Da sottolineare che i nove sono tutti professionisti ad eccezione di Cuong “Soi” Nguyen. Facciamo una prima rapida conoscenza dei November Nine e delle posizioni al tavolo.

Seat 1. Jason Senti: 25 anni, è lo scienziato del tavolo. Giocatore professionista, sposato, è originario di St. Louis Park, in Minnesota. Prima di diventare pro era un ingegnere in Elettronica e Software. Nel tempo libero suona rock nella band “Suburban Hero”. Per la prima volta giunge in the money ad un evento delle WSOP. Chipcount: 7,625,000

Seat 2. Joseph Cheong: è cinese ma di nazionalità statunitense. Si è trasferito a  soli sei anni nella cittadina de La Miranda in California. Anche lui professionista, 24 anni, nel day 8 ha avuto la peggio in uno scontro a fuoco con Candio che è riuscito a scoppiargli una coppia d’assi. E’ laureato in psicologia e questo lo potrà aiutare al final table avendo già giocato più di cinque ore con i suoi avversari durante l’ultimo giorno. Tre mesi fa ha vinto l’anello in palio nel WSOP Circuit, oltre ad un biglietto per il Main Event. Nell’occasione ha promesso che sarebbe arrivato al final table. E’ stato di parola. Quest’anno è andato a premio in due eventi WSOP, entrambi nella specialità No Limit Hold’em Six Handed. Chipcount: 23,525,000

Seat 3. John Dolan: è un professionista di 24 anni di Bonita Springs, Florida. E’ indicato come uno dei favoriti e nel nel Day 8, rimasti in 10 giocatori, in zona bolla, con un paio di colpi ha scalato il chipcount approfittando della paura che regnava al tavolo. Alle WSOP vanta sei piazzamenti. E’ in forma: nell’evento 36, 1000$ No Limiti Hold’em, è arrivato al final table, classificandosi al sesto posto. Chipcount: 46,250,000

Seat 4. Jonathan Duhamel: è il chipleader. Canadese di Boucherville, nel Quebec, 22 anni, professional poker player. Ha imparato a giocare al college con gli amici ed ha rinunciato ad una brillante carriera nell’alta finanza. E’ al suo terzo piazzamento in the money in queste WSOP 2010. Ha ottenuto anche un onorevole decimo posto nell’EPT di Praga del 2008. E’ senza dubbio il suo momento. Nell’ultimo giorno, ha dimostrato un gioco chiuso ma terribilmente concreto. Nonostante fosse lanciatissimo nel chipcount non si è preso rischi contro i più short al tavolo. Non a caso la bolla è durata ben 5 ore. I numeri parlano a suo favore. Potrebbe essere il primo canadese a vincere il Main Event. Chipcount: 55,375,000

Seat 5. Michael Mizrachi: è senza dubbio il player più famoso ed affermato tra i November Nine. Di Miami, 29 anni, da 16, cioè dall’infanzia si diletta a texas hold’em. ‘The Grinder’ non ha bisogno di presentazioni. Quest’anno ha vinto il suo primo braccialetto nell’evento più prestigioso (dopo naturalmente il Main Event) nel Poker Players Championship con un incasso di oltre 1.5 milioni di dollari. Parte short ma ci ha abituati ad imprese ben più ardue. Pensate che in queste WSOP è al suo quarto final table. Ha vinto 18 tornei, tra i quali due World Poker Tour. Nel 2006 è stato nominato Player of The Year da Card Player. Nella sua carriera ha vinto 7.2 milioni di dollari. Che dire? Aspettatevi i fuochi d’artificio anche se fuori stagione, sarà uno dei pochi a non patire la tensione. Chipcount: 14,450,000

Seat 6. Matthew Jarvis: 25enne, canadese, nato a Richmond vive a Surrey, British Columbia. E’ un pro formatosi nell’ online. Nonostante I suoi impegni nel poker non ha perso di vista gli studi in business e management. Chipcount: 16,700,000

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Seat 7. John Racener: 24 anni di Port Richey, Florida. Si troverà dinanzi al suo idolo: The Grinder. Una delle sue specialità è l’H.O.R.S.E. E’ la star del WSOP Circuit nel quale è riuscito a vincere 500.000 dollari e nel 2007 il Main Event Championship ad Atlantic City. Alle World Series ha vinto 157.000$. Chipcount:  19,050,000

Seat 8. Filippo Candio. Difficilmente gli italiani si scorderanno la sua maglietta porta fortuna a strisce blu e nere. E’ il primo italiano a qualificarsi al final table del Main Event. Poche ore dopo il Day 8 ai suoi fan su Facebook ha scritto: “Ora che posso scrivere in verità vi dico : god will give me Justice!”. La grinta non gli manca mai. Di Cagliari, 26 anni, è l’unico europeo al tavolo. Potete leggere la sua bio in un articolo a lui dedicato. Chipcount: 16,400,000

Seat 9. Cuong “Soi” Nguyen: è nato in Vietnam ma vive negli Stati Uniti. E’ il più anziano del gruppo con 37 anni ed è anche l’unico non professionista. Nella vita quotidiana fa il rappresentante di mediciali. Vive a Santa Ana, in California. Si ispira a Phil Ivey ma potrebbe vincere il titolo più ambito prima di lui. Ha un altro itm al Main event nel 2008. Chipcount: 9,650,000

COMPARAZIONE GIOCHI
Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.