Gioco legale e responsabile

Online

Good Morning Poker Vietnam: l’intervista ai 4 grinder italiani alla conquista del Sud Est Asiatico

Un viaggio nato per condividere esperienze, culture altre, avventure in un mondo diverso, tutte legate da uno spago forte e resistente su cui a caratteri cubitali vi è la scritta poker.

Scritto da
23/03/2020 18:00

3.708


Amici miei

Loro sono 4 ragazzi che hanno deciso di intraprendere insieme questo percorso che, dapprima programmato in una certa maniera, ha poi preso una piega inattesa, sballottato, insieme alla vita di tutti noi, come una pallina di un flipper rallentata, ma in continuo moto perpetuo. 

Loro sono Michele Zago, Fabrizio Falzei, Giuseppe Murabito e Sebastiano Bagatin, da destra a sinistra nell’immagine fotografica scattata durante il loro viaggio e sono 4 grinder di PokerMagia. 

Ci hanno risposto in prima persona Giuseppe e Michele, ma ogni parola che leggerete in questa intervista, è frutto del pensiero di ognuno di loro.

Ciao ragazzi e grazie per questa intervista.

Immaginate di parlarmi della vostra avventura iniziata, dalle pochissime cose che so, qualche mese fa e di farlo raccontandomela dall’inizio, come se io sapessi poco o nulla di voi, che peraltro è pure la verità.

Da dove nasce l’idea del viaggio? Quanti siete?

G: “Ciao Andrea!

Il viaggio è nato un po’ per caso: prima della fine dell’anno, io ed altri 5 giocatori della scuola stavamo considerando di trasferirci in uno dei paesi da cui si può giocare nel pool condiviso, Spagna, Francia, Portogallo.

Una volta raccolte un po’ di informazioni, ci siamo resi conto che avremmo dovuto aspettare almeno un mese prima di poterci trasferire. Così abbiamo cambiato direzione, decidendo di passare 3 mesi nel Sud Est Asiatico. Alla fine, a partire, siamo stati in 4.

M: Ciao a tutti i lettori e a te prima cosa 🙂 Da dove nasce l’idea del viaggio?! A boh dovete chiedere a Peppe. Io ricordo solo una sua chiamata a metà gennaio che mi annunciava di preparare la valigia e che saremmo partiti tra qualche giorno😂 Immaginavo in qualche posto in Europa,visto che si parlava di Francia/Spagna/Ungheria….no, niente, lui aveva pensato all’Asia, per un tempo non definito 😅 Premetto che non avevo mai immaginato di andare in Asia per grindare/visitare il posto. E quindi non ho saputo dire di no, sono un tipo abbastanza “avventuriero” e poi soprattutto era un periodo della mia vita dove potevo “permettermelo”, per via di varie situazioni particolari in real life. Sicuramente un anno fa avrei detto di no. All’inizio sulla carta dovevamo essere 6, poi 5 e alla fine siam partiti in 4. Sarei partito anche fossimo stati io e Peppe 😂😂😂 La voglia di “avventura” era troppo grande.

 

 

Segui tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Dove state esattamente in questo momento, a parte il collocamento prettamente geografico che è comunque interessante, dove state fisicamente? Avete una casa oppure state in qualche hotel e simili?

G: Al momento ci troviamo a Da Nang, in Vietnam. Siamo finalmente riusciti ad ottenere l’estensione del Visa, che ci permetterà di stare qui per altri 2 mesi. Dato il caos creato dal COVID, ci è sembrato un bellissimo posto da poter vivere mentre si calmano un po’ le acque.

Grazie al visto, abbiamo potuto affittare una casa molto confortevole per questo periodo.

M: Ora come ora siamo a DaNang, cittadina mai sentita prima di venire in Vietnam 😂 E abbiamo appena preso un bell’appartamento al 19esimo piano in centro con 1 vista niente male😬

L’avventura doveva essere da subito associata al grinding per tutti voi?

G: Per me si: volevamo visitare dalle 3 alle 6 città in questi 3 mesi, esplorando il più possibile, ma lasciando la priorità al grinding.

Siamo un gruppo con grandi ambizioni, quindi questi mesi non dovevano ostacolare la nostra crescita, piuttosto accompagnarla.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

M: Sisi si è sempre parlato di grindare/guadagnare/viaggiare. Pena il ritorno in Italia. Anche perchè senza guadagnare per quanto si possa risparmiare ,in questi posti, comunque non puoi rimanerci a vita 

Quei Paesi sono certamente affascinanti, ma per i profani come il sottoscritto essi fanno pensare a difficoltà di carattere logistico. È stato così anche per voi, o vi siete ambientati fin da subito?

G: Non particolarmente. Bene o male la maggior parte dei locali riesce a districarsi con l’inglese, rendendo il tutto più semplice.

Oltretutto, con i servizi che si possono trovare oggi a portata di click, è relativamente semplice spostarsi, trovare del buon cibo, fare esperienze etc…

M: Boh parlo per me nessuna difficoltà particolare, nè negli spostamenti nè nel trovare alloggi confortevoli, nè nel cibo.Insomma ci siam subito adattati alle situazioni tutti e 4.

 

CONSULTA OGNI GIORNO IL NOSTRO CALENDARIO DEI TORNEI ONLINE: CLICCA QUI

So che grindi, Giuseppe, gli Spin e Go da 100 sul .com. Come stanno andando le cose?

G: Ho iniziato questo mese ai $100, sfruttando il primo periodo ai $50 per ambientarmi un po’ con nel field. Sto studiando parecchio e gli sforzi stanno iniziando a dare i loro frutti.

M: In realtà vista la situazione CoronaVirus in Italia e l’aumento spropositato del traffico su Stars.it ,sto massando parecchio li. Peppe si cimenta con i 100 del com.

Immagino abbiate anche giocato sul .it, quale differenza c’è tra i due field?

G: Nella room sulla quale sto giocando non è possibile usare l’HUD, rendendo l’approccio al gioco completamente differente.

Si deve cercare un gioco più bilanciato a partire dalla prima mano, prestando particolare attenzione agli showdown per poter fare qualche adattamento.

Per quanto riguarda il pool invece, la principale differenza sta nel fatto che il rapporto regular/occasionale sia nettamente maggiore, giocando anche tante partite full reg, con gente che difficilmente regala i soldi.

MDifferenze col com? Beh ci son molti più reg “preparati“, quella è la differenza sostanziale. I fish son fish in tutto il mondo…

Quali sono i progetti per il futuro? Avete intenzione di rimanere ancora per tanto tempo in giro per il mondo? O avete trovato la vostra dimensione? 

G: Prima che si creasse questo marasma, il piano era quello di chiudere il giro del mondo con le WSOP a Las Vegas.

Purtroppo la situazione è grave, così abbiamo preferito fermarci qui. È difficile fare piani in questo momento storico, non sapendo quando tutto si calmerà.

M: A me e Peppe piacerebbe stare in giro per il mondo almeno 1 anno. Visto che abbiamo programmato di visitare tanti bei posti, facendo un “mini” giro del mondo (proprio in senso letterale). Gli altri 2 ragazzi non li vedo molto propensi ma nn si sa mai.  Alla fine è legato tutto ai risultati del grinding. Diciamo che se dovessi vincere lo Spin da 1M nn ci sarebbero dubbi sul MIO plan 

Grazie ragazzi e buona fortuna per tutto

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento