Vai al contenuto

Antonio Esfandiari, prima di bluff perisce e poi di super bluff ferisce (video)

Il bluff subito…

Antonio Esfandiari è uno dei top player presenti al tavolo cash game high stakes del Poker Night in America. Si tratta di un format TV gettonatissimo e storico al di la dell’oceano. Al fianco dei big però, c’è la possibilità per dei giocatori amatoriali di sfidare queste leggende. E in qualche caso lasciare il segno. Succede proprio ad Antonio Esfandiari di subire un deciso bluff dall’outsider di turno.

Si gioca il livello $100-$200 e dunque parliamo di una partita per portafogli ingenti. Krpan piazza lo straddle a 400$ da utg e da utg+1 Safieddine 3betta a 1.200 con a 6 . Chiama utg +2, mentre da Middle position Antonio Esfandiari 4betta a 4.000$ con 10 10 . Chiama l’affascinante Lauren Roberts da CO, così come lo stesso Krpan con a k dallo straddle. L’original raiser però non ci sta e 5betta a 24.000 bigliettoni. Gioca soltanto Antonio Esfandiari, per un pot preflop che raggiunge quota 57.700$.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Le tre carte comuni portano in dote 7 5 3 per un doppio check. Il turn vede scendere 3 , sul quale Safieddine opta per una bet a 20.000 ed Antonio, nonostante l’over pair, si limita al calla. Il river è q e Safieddine open pusha per 82.900 dollari. Esfandiari adesso è davanti ad un bivio: ha sì uno stack superiore al rivale, ma un call errato lo lascerebbe con pochissime chips.

L’americano prova ad estrapolare informazioni e chiede all’avversario se la mossa è solo per lo spettacolo televisivo, oppure c’è un mano vera. Alla fine Antonio passa e Safieddine mostra il bluff. Esfandiari si alza di scatto dal tavolo e stizzito se la prende con se stesso per non aver chiamato l’allin al river. L’outsider ha mandato il pro a parlare con i muri.

…e la magia su Sam

Le grandi qualità di un giocatore si riconoscono subito e fra queste c’è sicuramente la bravura di cancellare eventi negativi successi anche pochi minuti prima. Per poi riprendere a martellare il tavolo e proseguendo la sessione come se niente fosse accaduto. Così poco dopo Antonio Esfandiari piazza la sua rivincita e paga per tutti Sam Trickett.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

L’inglese piazza lo small blind a $100 e la Roberts si trova sul grande buio per $200, mentre Yong è lo straddle da utg a $400. Limpa Ohayon da cutoff con j 9 e lo stesso fa Esfandiari dal bottone con 5 3 . Completano Trickett con j 6 e la quota rosa dai blinds. Il flop j 6 4 induce al triplo check fino a Ohayon che betta 2.000$. Chiama Antonio Esfandiari e Trickett alza la posta a 9 mila bigliettoni. Giocano sia il cutoff e sia Antonio. Al turn cade 8 e l’inglese esce a 15.000 dollari dallo small.

Antonio Esfandiari

Passa il cutoff e Antonio Esfandiari inizia a progettare il suo bluff, rilanciando a 44.100$. Trickett ci pensa e poi chiama. Si passa al river in heads up e con 117.300 dollari nel pot. In quinta strada il board si completa con a e Sam opta per il check. “The Magician” invece spara 68.000$ e questa volta spetta a Sam pensarci.

L’inglese inizia a parlare a voce alta: “Antonio hai bettato molto veloce. Sei in Bluff? Però ti vedo rilassato, mentre ti fai fare massaggio. Guarda che ridicolo fold sto per fare”. Trickett folda e Antonio Esfandiari porta a casa un pot da 185.300 dollari. Un super bluff che ha dato i suoi frutti.

Il video della mano

Nel mondo del giornalismo sportivo da quando avevo 16 anni, ho all'attivo quasi 800 radiocronache di eventi sportivi e quasi 10 mila articoli sportivi. Da 15 anni nel mondo del poker, del betting e del gaming. Cavallo di battaglia: "Amici Miei".