Vai al contenuto

I tell più diffusi nel poker secondo Daniel Negreanu!

Daniel Negreanu, da molti anni ormai sulla brecciaChi ha una discreta esperienza nell’ambito dei tornei live conosce bene l’importanza dei “tell”, piccole crepe più o meno impercettibili che i professionisti hanno imparato a riconoscere in modo da acquisire un ulteriore vantaggio sui propri avversari.

L’argomento è sempre stato molto dibattuto e certamente non manca di essere controverso, dal momento che ogni giocatore avrà in questo senso punti deboli diversi, o che uno stesso “segnale” può stare ad indicare cose anche molto differenti a seconda di chi si avrà di fronte.

In ogni caso l’assunto di base è che osservare gli altri in questi contesti può rivelarsi decisivo per compiere una scelta piuttosto che un’altra, e immaginando un nome tra i professionisti che hanno più esperienza nel poker live, quello di Daniel Negreanu è certamente uno dei primi che balza in mente.

I primi due tell che vengono in mente al canadese denotano un avversario dotato di una buona mano: “Quando il dealer mostra il flop dovete far sempre attenzione agli occhi del vostro avversario, se cadono sulle proprie fiches è probabile che quel che ha visto gli è piaciuto. Allo stesso modo, se mentre state puntando vi rendete conto che l’altro sta già prendendo in mano le proprie fiches, è probabile che abbia intenzione di chiamare, quando non di piazzare un rilancio”.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ci sono tuttavia anche altri tell, quelli che denotano debolezza, ed anche in questo senso “KidPoker” ha la propria ricetta: “Quando un giocatore butta con foga le proprie fiches nel piatto, quasi in modo sprezzante, è possibile che stia cercando di intimorirvi e che quindi non abbia una buona mano. Inoltre, ricordatevi di parlare sempre molto al tavolo. Se fate una domanda a qualcuno che non ha nulla a che fare col gioco e la sua risposta non ha alcun senso, questo denota nervosismo e quindi debolezza da parte sua”.

Sicuramente la lista potrebbe continuare, da coloro che controllano più volte le proprie carte a chi tende ad arrossire quando cela un buon punto, ma si sa che i segreti più ambiti sono anche quelli più gelosamente custoditi: per quelli dovrete quindi cavarvela da soli…