Vai al contenuto

Il Phil Galfond che non ti aspetti: vince il 109$ rebuy per 40.000$

Siamo abituati a vederlo giocare ai limiti più alti mai esistiti online e soprattutto a vederlo vincere da quasi dieci anni con una costanza incredibile. Anche dal vivo se l’è sempre cavata bene, con apparizioni vincenti nei vari show sul cash game high stakes e soprattutto nei tornei delle World Series, dove ha fatto segnare buoni risultati e ha ottenuto un braccialetto nel 5.000$ PLO del 2008 per più di 800.000 dollari.

Ora, dopo gli 8 milioni di dollari vinti giocando cash game online e i quasi 2 incassati nei tornei dal vivo, Phil Galfond stupisce tutti e si butta nel mondo dei tornei online. Con il nickname “MrSweets28“, infatti, il buon Phil ha iniziato a grindare mtt e ovviamente lo ha fatto con profitto: nel corso della prima sessione ha vinto l’ormai storico 109$ rebuy di Pokerstars per circa 45.000$. Per lui anche 7.607 dollari in un torneo da 215$ rebuy e un 10° posto da 1.394 dollari in un affollatissimo (4.829 iscritti) evento da 55$.

Per il grinder statunitense emigrato in Canada dopo il Black Friday si tratta di una scelta decisamente curiosa, visto che normalmente gioca il Pot Limit Omaha e il No-Limit Hold’em al 300$/600$, un livello che da solo sposta centinaia di migliaia di dollari a sessione. Immaginarlo schierato in tornei con una prima moneta inferiore allo stack richiesto per sedersi agli High Stakes ma con field oceanici fa impressione se si pensa al tempo che gli portano via e al profitto atteso sicuramente inferiore.

Sarà un modo per tornare a divertirsi con il poker e per staccare un po’ la concentrazione dai tavoli più stressanti oppure “OMGClayAiken” si è veramente stufato del mondo High Stakes e della sua varianza assassina? Sicuramente questo periodo da incubo (– 800.000$ nel 2014 ai nosebleed) non aiuta a far tornar la voglia di sedersi a quei tavoli e c’è anche un precedente allarmante per il professionista statunitense.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

L’anno scorso, infatti, Gus Hansen decise di giocare due tornei low stakes mentre era in Irlanda (uno da 1.000$ e l’altro addirittura da 40$) vincendo il primo e raggiungendo il final table nel secondo. Forse vi prese parte per distrarsi un po’ dagli High Stakes Online come sembra voler fare Galfond ma se stiamo a vedere come sono poi andate le cose per il danese, Phil dovrebbe iniziare a preoccuparsi…