Vai al contenuto

Leon Tsoukernik vs Rob Yong al Big Game, check-call al river col nuts: “Mi ha dato una chance”

Il Big Game di partypoker continua a regalare perle. Dopo il pot da €400.000, ecco una mano destinata a far discutere, durante la quale si sono sfidati Leon Tsoukernik e Rob Yong, con la partecipazione del pro libanese Albert Daher.

Il proprietario del King’s Casino, dove si sta svolgendo questa intensa sessione di cash game NLHE/PLO, ha infatti deciso di fare solo check-call al river col nuts, portandosi a casa un piatto da €82.400 e rinunciando a un possibile colpo più ricco.

 

 

Si comincia in tre

Siamo in modalità No Limit Hold’em, con bui da €100 e €200. Il tedesco Ankin piazza lo straddle da UTG, ma Leon Tsoukernik spara €3.000 con Q 8 .  Da cut-off, il proprietario del Dusk Till Dawn Rob Yong chiama con K 9 e lo stesso fa Albert Daher con A J .

Il flop è da urlo: 6 8 Q . Tsoukernik ha la top two pair, Yong il colore second-nuts e Daher il colore nuts. Leon punta €10.000, Rob chiama e Daher manda la vasca, aggiungendo altri €7.600 al piatto.

Tsoukernik chiama, Yong vuole rilanciare ma la regola gli impone di fare soltanto call, visto che l’all-in di Daher è di soli €17.600.

Leon Tsoukernik ci va piano

Naturalmente, visto che il suo avversario avrebbe voluto rilanciare al flop, Leon Tsoukernik decide di fare check al buio prima del 2 del turn. Qui Yong punta soltanto €5.000 su un pot da €62.000, annunciando di voler “dare una chance” al ‘padrone di casa’.

Ovviamente, visto il prezzo di favore, Leon non ci pensa su due volte prima di chiamare, per poi fare ancora check al buio. Yong allora punta altri €5.000, anche lui al buio: avrebbe fatto lo stesso se avesse atteso di vedere la Q del river?

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Check-behind e (quasi) tutti contenti

A questo punto Leon Tsoukernik ha un full house. Non è il nut assoluto, nella misura in cui tecnicamente anche Rob Yong avrebbe potuto avere Q-8, ma il russo decide semplicemente di chiamare la mini-bet altrui.

“Ho chiamato al river perché lui mi ha dato una chance”, spiega Tsoukernik, riprendendo la frase che il suo avversario aveva abbozzato dopo quella puntata da €5.000 al turn.

Yong ovviamente è più che contento di aver limitato i danni in un pot che avrebbe potuto colpirlo in maniera più dura. Probabilmente meno contento è Daher, che si è visto sfuggire anche il main pot: chissà come sarebbe andata, se il patron del Dusk Till Dawn avesse puntato forte al turn…

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Il video della mano

La mano in questione comincia a 3 ore, 12 minuti e 50 secondi: