Vai al contenuto

WPTDS Malta: Pitzanti beffa gli azzurri, shippa e impedisce il triplete italiano

Il final day

Il “€1.000 WPTDS Malta €200.000 GTD” si apre con 13 giocatori a caccia del titolo di campione. In mezzo a questa mini truppa, ecco quattro players italiani pronti a sgomitare per mettere le mani sulla prima moneta da 52.000 euro. In vetta al count comanda Soner Vanelderen, mentre nelle retrovie cerca la disperata rimonta una mai doma Sofia Lovgren. Servono cinque eliminazioni per approdare all’Official final table e fra i primi a salutare c’è Fabio Assennato. Il più short degli azzurri non trova il vitale double up e si accomoda alle casse come 12° classificato per 4.180€.

Il copione si ripete poco dopo per Sofia Lovgren che molla la presa in 11° piazza per lo stesso premio dell’italiano: muove allin con A-Q e perde il tiro di moneta contro 9-9 sul board 2-7-K-6-5. Il tavolo finale prende forma. quando viene eliminato al nono posto Clint Sammut. J-J non basta contro A-A di Vanelderen. Final table che vede dunque tre italiani in lizza per il titolo e dunque c’è grande attesa per assistere all’epilogo del WPTDS Malta. I nostri giocatori si mettono in luce e a quattro left sono ancora tutti in corsa. E quando ti aspetti il clamoroso triplete azzurro, ecco che Sandro Pitzanti sferra l’attacco decisivo.

Derby italiano

Il WPTDS Malta prova a colorarsi di azzurro, ma fra gli italiani e il trofeo si mette di mezzo uno scatenato Sandro Pitzanti. Al quarto posto si arrende Gabriele Re. Ci pensa Stefano Schiano ad eliminarlo con coppia di tre. Sempre quest’ultimo, decide di prendersi anche lo scalpo di Demetrio Caminita. Stefano appare dominato preflop con a 8 vs A-9 di Demetrio. Il board però ribalta tutto con 4 2 2 3 4 e consegna un clamoroso colore runner-runner a Schiano, mentre Caminita si consola con 25 mila euro di premio.

Si passa quindi al duello finale: Pitzanti comanda nel count e Stefano Schiano è chiamato alla rimonta, sulla strada che porta al titolo. Ma bastano poche mani per mettere fine alle ostilità. Sul flop 9-K-6 Sandro Pitzanti mette ai resti il rivale con 8-7. Stefano con K-J decide di giocare e deve sperare che Pitzanti non chiuda il suo progetto di scala. Il turn suona subito come una condanna, visto che scende un 10. A questo punto servirebbe una clamorosa dama al river per ribaltare la situazione, ma un 7 al river mette la parola fine. Sandro è campione per 52.000 euro, mentre il nostro connazionale si consola con 34.700 euro al secondo posto.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il payout del tavolo finale

  1.  Sandro Pitzanti 52.000 €
  2. Stefano Schiano 34.700 €
  3.  Demetrio Caminita 25.460 €
  4.  Gabriele Re 18.950 €
  5.  Cyprien Chassagne 14.250 €
  6.  Soner Vanelderen 10.865 €
  7.  Ka Li 8.390 €
  8.  Daragh Davey 6.565 €

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Nel mondo del giornalismo sportivo da quando avevo 16 anni, ho all'attivo quasi 800 radiocronache di eventi sportivi e quasi 10 mila articoli sportivi. Da 15 anni nel mondo del poker, del betting e del gaming. Cavallo di battaglia: "Amici Miei".