Vai al contenuto

WSOP 2022: tutte le cifre record della 53° edizione, montepremi da $348 milioni

Le WSOP 2022 hanno concluso la propria cavalcata lo scorso 20 luglio e dopo 51 giorni di tornei finalmente sono note tutte le cifre della kermesse di Las Vegas. Numeri da record.

WSOP 2022: 197.626 paganti complessivi

Le WSOP 2022 hanno davvero fatto il pieno di paganti. Edizione straordinaria e che supera addirittura quella del 2019, l’ultima prima della Pandemia. Ebbene, nonostante il periodo storico che stiamo vivendo, a Las Vegas sono stati pagati 197.626 buy-in complessivi.

Poker room Las Vegas
Il classico panorama con i casinò di Las Vegas

Il tutto fra 88 eventi dal vivo e 13 online, senza considerare il Tournament of Champions: il tornei dei campioni riservato a coloro che nell’anno solare hanno conquistato almeno un bracciale o un ring alle WSOPC. Per questo evento dunque, ingresso ad invito e 1 milione di dollari in palio nel montepremi.

Tornando alle cifre delle WSOP 2022, il numero record di paganti complessivi ha determinato un montepremi totale di 347.941.800 dollari. Una montagna di soldi distribuiti appunto negli eventi dal vivo e in quegli schedulati online.

Cifra da record, considerando che nell’anno di grazia 2019 (l’ultimo prima del Covid) erano stati raccolti complessivamente 293 milioni di dollari. Tre anni e una pandemia dopo, ecco un bel segno +, pari a 54 milioni di dollari circa.

WSOP 2022:103 paesi coinvolti

Le WSOP 2022 hanno richiamato giocatori da ogni angolo del mondo. Non è un caso che le World Series of Poker di Las Vegas siano considerate come i campionati del mondo di poker dal vivo.

Nell’edizione appena conclusa sono stati rappresentate 103 nazioni. Ovviamente, gli USA hanno fatto la parte del leone, ma davvero i players sono arrivati da tutte le parti del globo. Dall’Italia alla Cina, dal Giappone alla Colombia, passando per India e Sud Africa, senza dimenticare Australia e Messico, solo per citarne alcuni.

il braccialetto del 50k alle WSOP 2022

Tutti i Continenti sono stati rappresentati nelle WSOP 2022 e anche in questo caso abbiamo un record di presenze. Nel 2019 il primato di nazioni presente toccò quota 91 e con i 103 attuali, ecco un aumento consistente di 12 Stati.

Il singolo main event 2022 ha visto la partecipazione di 87 paesi: mai il campionato del mondo si era così allargato. A modo suo, un record nel record.

WSOP 2022: quasi primato nel main event

Alle WSOP 2022 il record di paganti nel $10.000 main event ha vacillato. Non è caduto il primato fatto registrare nel 2006, con 8.773 ingressi. Nel campionato del mondo appena concluso con il trionfo di Espen Jorstad, sono stati 8.663 i giocatori che ci hanno provato.

Record che regge quindi, ma il main event 2022 diventa il secondo più grande di sempre e c’è la sensazione che fra 12 mesi, salvo grossi imprevisti, si possa arrivare ad un nuovo primato di paganti.

Scopri tutti i bonus di benvenuto
Espen Jorstad
Espen Jorstad

Negli altri tornei, dati in crescita ovunque e l’evento più affollato è stato il $500 The Housewarming che ha visto la partecipazione di 20.080 giocatori. Grazie a questo numero, tale torneo diventa il quarto più grande nella storia delle World Series.

Secondo posto, in questa speciale classifica delle WSOP 2022, per The Million Dollar Baby: 14.112 “Cristiani” in gioco e balzo al sesto posto dei tornei più affollati di sempre alle WSOP.

Infine il gradino più basso va al The Colossus: in 13.565 ci hanno provato e il torneo si porta al settimo posto, fra i più grandi sempre nella storia delle World Series of Poker di Las Vegas.

Il poker live sta bene

I numeri appena snocciolati delle WSOP 2022 confermano l’ottimo stato di salute del poker live. Alla luce dei mesi di lockdown che hanno fermato la disciplina dal vivo per diverso tempo, stiamo assistendo ad un secondo boom del gioco.

Una sorta di poker live 2.0 che invade ogni angolo del pianeta. Dagli Stati Uniti all’Europa, passando per Asia e Oceania, senza dimenticare il continente africano che al netto di migliaia di problemi rappresenta una terra di conquista nell’ottica del poker dal vivo.

E già si guarda con fiducia ai prossimi grandi eventi: dalle 25 tappe della nuova stagione delle WSOPC negli USA, alle WSOPE in programma al King’s in Repubblica Ceca e che saranno anticipate per tre settimane dalle stesse WSOPC nella versione internazionale.

Tutto questo senza dimenticare l’imminente tappa EPT di Barcellona ad agosto, oltre al ritorno dell’European Poker Tour a Londra nel mese di ottobre.

Saranno mesi caldissimi e spettacolari con il poker live.

Nel mondo del giornalismo sportivo da quando avevo 16 anni, ho all'attivo quasi 800 radiocronache di eventi sportivi e quasi 10 mila articoli sportivi. Da 15 anni nel mondo del poker, del betting e del gaming. Cavallo di battaglia: "Amici Miei".