Vai al contenuto

WSOP ME: Butteroni eliminato in ottava piazza

Il miracolo questa volta non c’è stato. Federico Butteroni è fuori dal tavolo finale del main event. Per l’azzurro questo day8 non è mai decollato e di fatto, in assenza di mani giocabili si è trasformato in una sofferenza. Impossibile cantare e portare la croce in questi casi. Resta però negli occhi di tutti, la grande forza d’animo del nostro giocatore, che si consolerà con 1.097.056 dollari. Eliminato si, ma con un lauto premio a rendere meno amara la pillola.

Rimasto con soli due milioni e mezzo nel livello 250.000-500.000 ante 50.000, Butteroni muove allin con AJ dopo il raise di McKeehen. Il player a stelle e strisce snappa con AK. Il board non consegna aiuti al romano, che si alza per l’ultima volta dal tavolo finale del main event. Il sogno è finito, contro il maggior indiziato per la vittoria finale.

Board Federico

E pensare che alla mano#21, la prima delle due giocate dall’azzurro, Butteroni aveva mandato gli ultimi sei big blinds da Cutoff con Q-9, trovando dal big blind Pierre Neuville con A-7. Il belga però folda la sua mano, “graziando” probabilmente il giocatore italiano. Una scelta davvero al limite.

Restano in sette a giocarsi le quattro poltrone del day9, con Joe McKeehen in fuga solitaria. L’unico che potrebbe impensierirlo è la mina vagante del tavolo finale:Neil Blumenfield. Il sessante sta dimostrando di non avere grandi timori reverenziali verso nessuno al tavolo, tanto meno con il chipleader. Alla mano#27 scontro pesante con lo stesso Mckeehen, dove Blumenfield prima 3betta l’apertura dell’avversario e poi fivebetta allin, dopo la 4bet di Joe, che passa la mano peggiore, ovvero A-8. Nettamente dominata da AK di Neil.

Gli altri giocatori, sono spettatori non paganti del tavolo finale, con Cannuli in situazione di short stack.. Per il report completo del day8 vi rimandiamo a più tardi, con tutte le news dal Rio.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Questo il count aggiornato.

Count FT bis