Vai al contenuto

Death by quads: il successo di Mustapha Kanit visto dall’estero

La vittoria di Mustapha Kanit nel Main Event SCOOP non è passata inosservata neppure al di fuori dei confini nazionali, con diversi professionisti di cui siamo soliti parlarvi che hanno voluto congratularsi con “mustacchione” immediatamente dopo che l’italiano si era portato a casa l’incredibile primo premio da 1.304.000 $.

Come sappiamo infatti, Mustapha Kanit è fra i giocatori professionisti italiani che più hanno saputo guadagnarsi il rispetto di altri player di successo, evento raro visto che lo stereotipo che ci accompagna come giocatori di poker non è certo lusinghiero, ed anche perché a prescindere dalle bandiere come ricordava (scherzando ma non troppo) Pratyush Budigga nel poker tutti pensano che gli altri siano sempre degli idioti.

Di certo non è di questo avviso Scott Seiver, che dopo aver affermato che il tavolo finale del Main Event SCOOP 2015 sia stato il più divertente a cui abbia mai assistito – complice la qualità dei giocatori coinvolti – si è congratulato sia con “mustacchione” che con Emil “MaroonLime” Patel, battuto in heads-up da Kanit con un poker di donne nella mano finale.

scott-seiver-twitter

Proprio la mano finale è stata oggetto di alcuni commenti ironici da parte di più giocatori, a cominciare da Fedor “CrownUpGuy” Holz, che ha dimostrato a più riprese di riconoscere le qualità di Kanit come giocatore, e del resto come direbbe Verdone la cosa è reciproca.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Anche Sebastian von Toperczer – tra le altre cose sesto nell’EPT di Montecarlo vinto da Antonio Buonanno – ha scherzato sull’argomento dicendo: “Come mai non hai slowrollato nell’ultima mano, quando avevi QQ? Era uno spot davvero perfetto per farlo…”. Lo stesso Kanit non ha mancato di ironizzare sulla cosa, scrivendo su Facebook: “Ho avuto occasione per fare un bello slowroll e invece ho chiamato, sono tiltato per questo”.

holz-quadsAi complimenti si sono uniti anche Jason Duval, Chris Hunichen, Xuan Liu e Steven van Zadelhoff, e naturalmente molti altri seguiranno in queste ore: se infatti un milione di dollari non passa mai inosservato, vincerlo online gli dà se possibile un sapore ancora migliore.