Gioco legale e responsabile

Scommesse

Euro 2020 Scommesse: trionfo Italia, Donnarumma salva i bookmakers inglesi ma non i nostri…

L'analisi sui volumi di gioco raccolti dai bookmakers e il denaro scambiato nella borsa internazionale delle scommesse per Euro 2020. L'opinione dei responsabili delle società di scommesse britanniche.

Scritto da
13/07/2021 13:13

997


L’impennata del volume d’affari durante Euro 2020 non significa business sicuro per i bookmakers. La vittoria dell’Inghilterra e la scarpa d’oro in mano a Harry Kane avrebbero sancito una perdita epocale per le società di scommesse britanniche, simile alle bastonate rimediate per il Leicester campione in Premier, Brexit e l’elezione di Trump alla Casa Bianca.

italia-campione-bookmakers

Italia campione d’Europa: un problema minore per i bookmakers (photo courtesy of PokerStars News)

Bookmakers: la vittoria dell’ Italia? Un problema minore ma un problema…

Con la vittoria azzurra, il testimone (ed il problema) gli allibratori britannici l’hanno passato volentieri ai colleghi italiani. Sisal, Snai, Betaland e soci – senza dubbio – non hanno esultato all’ultimo rigore parato da Gigigio Donnarumma, nonostante la fede calcistica. Ma business is business.

La quota dell’Italia alla vigilia di Euro 2020 è stata superiore a 10 ed è stata presa di mira da molti traders professionisti.

Al termine del primo turno, secondo il report ufficiale di TotalScommesse, in Exchange la quota sugli azzurri era pagata 7.8 con il 14% dei volumi abbinati.

Sull’Inghilterra le odds erano più alte (10 volte la posta) ed i volumi coprivano il 17% dell’intero mercato.

La preferita dagli scommettitori era la Francia con il 25% del denaro scommesso  (quota 5.3).

Stiamo parlando naturalmente del mercato internazionale, figuriamoci nei mercati interni di Inghilterra e Italia dove i tifosi scommettono indotti anche dalla fede calcistica. E’ sempre difficile per i quotisti bilanciare bene i volumi e le esposizioni sulle squadre di “casa”.

Prima delle semifinali, i volumi scambiati nei mercati antepost erano i seguenti:

Mercato €16.849.078 milioni

  • Inghilterra €6.835.030 (quota 2.68)
  • Italia €4.825.560 (quota 3.35)
  • Spagna €4.033.360 (quota 4.10)
  • Danimarca €1.155.127 (quota 11.50)

Logico che arrivati in semifinali, il fiume di denaro sui Leoni d’Inghilterra era molto importante, per questa ragione i bookies hanno drasticamente ridotto le odds su Kane e compagni. In caso di vittoria per il banco sarebbero stati comunque dolori.

Invece il destino ha voluto un altro esito e il trionfo dei ragazzi di Mancini ha rappresentato un problema per tutti, non solo per gli allibratori di casa nostra.

Teniamo presente che anche le società straniere che raccolgono gioco nella Penisola.

Entain: raccolti 250 milioni di sterline, la borsa non sorride

La multinazionale Entain PLC (che è molto esposta in Inghilterra con Ladbrokes e Coral Eurobet) ha dichiarato, la scorsa settimana, di aver raccolto oltre 250 milioni di sterline in scommesse sulla competizione, nei principali paesi partecipanti.

La stessa Entain aveva un’esposizione importante anche sull’Italia (ha diverse concessioni nel nostro paese da Bwin a Eurobet). E lunedì mattina il titolo di Entain PLC ha aperto con un -1% in borsa, segno evidente che il gioco raccolto sugli azzurri era notevole (come ha fatto capire David Stevens il portavoce di Coral Eurobet). Stamani la borsa li ha battezzati a -0,5% in apertura, mentre ora è in recupero a -0,25%.

Ma come potete immaginare, oltre Manica, l’esposizione dei bookies era notevole sull’Inghilterra, non a caso nella giornata di venerdì, in borsa il titolo Flutter (proprietario di Betfair, Paddypower, PokerStars e Skybet) è stato nervoso ed ha chiuso lievemente in perdita.

Bonus Scommesse

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Euro 2020: volumi importanti raccolti dai bookmakers sui Leoni inglesi

I volumi di gioco sull’Inghilterra con la coppa in mano sono stati mostrosi nei mercati antepost delle scommesse, come hanno ammesso i p.r. dei principali bookmakers di sua Maestà e come vi abbiamo documentato anche su Betfair Exchange.

Uno degli spauracchi principali per il banco è stata la scommessa sul capocannoniere degli Europei: raccolta super per Harry Kane re dei bomber, con una quota – che ad un certo punto – ha visto l’attaccante del Tottenham arrivare 50 a 1 (come un vero outsider). Per fortuna ieri Chiellini non gli ha fatto vedere palla nei pressi dell’area di rigore.

Bookmakers: Coral Eurobet tifava per un pareggio al 90′

Il goal di Bonucci è stato però un sollievo per molti manager inglesi. Coral Eurobet (di proprietà di Entain PLC insieme al book inglese Ladbrokes e a Partypoker) tifava spudoratamente per il segno X alla vigilia. Anche la raccolta sulla finale sulla vittoria azzurra non era banale.

David Stevens, responsabile delle pubbliche relazioni di Coral, ha dichiarato sabato scorso, alla vigilia della finale: “Come tutti i tifosi dell’Inghilterra, abbiamo aspettato 55 anni per vedere la squadra arrivare alla finale di un torneo importante, e dopo una così lunga attesa, non c’è dubbio che la partita di domenica (ieri, ndr) alimenterà la più grande scommessa patriottica che abbiamo mai visto, fino a £ 50 milioni di scommesse in tutto il settore sulla partita al momento del calcio d’inizio, la maggior parte in Inghilterra”.

“Il nostro risultato ideale è quello di vedere l’Inghilterra vincere ai tempi supplementari o addirittura ai rigori, poiché un pareggio dopo 90 minuti sarebbe un buon risultato per noi, ma i nervi della nazione potrebbero non sopportarlo!”

Sappiamo tutti come è finita, in Coral avranno registrato un discreto utile ed ha schivato una pallottola pesante e pericolosa.

Inghilterra e Italia al top dei volumi nelle semifinali su Betfair

Per quanto riguarda le singole partite su Betfair Exchange International, sul mercato principale 1X2, i volumi d’affari sono stati:

  • £ 50.974.119 per Italia-Spagna
  • £ 49.405.642 per Inghilterra-Danimarca

Barry Orr, il capo delle relazioni con i media di Betfair, sempre alla vigilia della finalissima ha auspicato che la partita si trasformi in una “vera miniera di scommesse”. Come noto, le piattaforme di Exchange come Betfair, guadagnano sulle commissioni delle bet scambiate dagli utenti. Per Betfair (gruppo Flutter) era quindi importante che l’Inghilterra arrivasse in finale, almeno per il business dell’exchange (la corsa di Southgate e i suoi ragazzi ha alimentato gli scambi ed i volumi d’affari). Betfair gestisce però anche il bookmaker: in questo caso i bianchi d’Inghilterra rappresentavano più un’incognita per il banco.

“L’Inghilterra non è un brutto risultato per noi. La finale dovrebbe avere un volume d’affari superiore ai 50 milioni abbinati per le semifinali” ha ricordato Barry Orr.

Nel prossimo report vi aggiorneremo sui volumi della finale e sull’andamento degli altri bookmakers.