Gioco legale e responsabile

Software

PokerStove, un software gratuito e indispensabile

Scritto da
30/07/2011 08:00

36.750


Ecco come si presenta Pokerstove Fra tutti i software esistenti nel mondo del poker online, PokerStove è certamente uno fra i più utilizzati: si tratta di un calcolatore di equity che oltre ad essere completamente gratuito è anche rapido e di semplice utilizzo.

In pratica, attraverso questo programma è possibile calcolare l’equity della propria mano contro uno o più range avversari in qualsiasi scenario di gioco, a patto naturalmente che l’azione sia conclusa, ovvero che si arrivi ad uno showdown, non importa in quale street. Perché dunque PokerStove è tanto utile?

Anzitutto, perché riesce a calcolare rapidamente situazioni di gioco anche molto complesse, permettendo quindi ad un giocatore di farsi un’idea molto più chiara circa la bontà o meno di una certa decisione.

Inoltre, perché il suo utilizzo costante assicura un esercizio mentale che consente nel tempo di valutare in tempo reale e senza l’uso di alcun software se in un dato contesto sia più profittevole, ad esempio, foldare o andare all-in, piuttosto che chiamarne uno.

Esaminando la schermata principale troviamo sulla sinistra la possibilità di inserire fino a dieci range, corrispondenti ad altrettanti giocatori. Tutto ciò che dobbiamo fare non è altro che cliccare su “player” ed impostare la mano esatta di quel giocatore (nel caso in cui la si conosca) o il range che stimiamo possa avere nella situazione che ci interessa, selezionando le mani singolarmente oppure espresse in percentuale.

Una volta fatto questo, cliccando sul tasto “evaluate” comparirà a fianco di ciascun giocatore la sua equity, ovvero la percentuale di volte che nella situazione descritta questi si troverà a vincere.

Inoltre, ciascuna delle caselle contenenti le percentuali assumerà un colore, che tenderà tanto più al verde quanto più l’equity di quel range o di quella mano sarà maggiore, e si trasformerà invece in un preoccupante rosso nei casi in cui l’equity si fa negativa.

Naturalmente, nel caso di all-in che non siano preflop, è possibile impostare quali siano le carte presenti sul board, così come selezionare eventuali carte “bruciate” in modo che il software ne tenga conto nelle sue simulazioni.

Tutto quanto descritto, una volta che vi sarete impratichiti a gestire un’interfaccia comunque molto intuitiva, non vi porterà via che pochi secondi, ma se saprete interpretare correttamente quei numeri, ecco che come giocatori di poker difficilmente potrete più fare a meno dell’utilizzo di un software come PokerStove.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento