Vai al contenuto

I 20 personaggi più potenti del poker mondiale nel 2015 – seconda parte

Vi presentiamo la classifica dei personaggi, manager e imprenditori che riteniamo siano stati più influenti negli equilibri del mercato del poker mondiale (sia online che live) nel 2015, con uno sguardo anche al 2016.

Il 31 dicembre abbiamo dedicato spazio alla prima parte della graduatoria (dal 20esimo al 12esimo posto). Proseguiamo, scalando le posizioni fino alla sesta, per scoprire domani la top 5.

Oltre a citare coloro che occupano le prime 20 posizioni, nomineremo anche i protagonisti italiani che negli ultimi 12 mesi si sono mossi con successo sullo scacchiere internazionale, esercitando autonomia decisionale ed influenza all’interno delle proprie società, lasciando il segno sul mercato. D’altronde nel 2015, l’Italia può vantare tre figure di rilievo nelle organizzazioni pokeristiche più importanti a livello mondiale: Gino Appiotti in Stars, Simone Ricci alle WSOP e Christian Scalzi (direttore Europe) nel World Poker Tour.

11 Brian Mattingley
CEO 888 Holdings (Ex aequo)

Per Mister 888 è stato un anno difficile. Negli Stati Uniti non si fanno progressi tangibili ed il mercato è fermo. Merita comunque di rimanere nella top 20 perché Mattingley guida pur sempre la seconda room mondiale nel cash game, ma il suo sogno di entrare in possesso di Bwin party e unire la liquidità di 888 Poker con PartyPoker è fallito proprio sul traguardo, quando i giochi sembravano conclusi. Con questa fusione (mancata) sperava di diventare la reale alternativa a PokerStars ed invece dovrà accontentarsi di una posizione più defilata ma non per questo di rilievo.

10 Christophe Schaming e Alexandre Roos
Board Winamax

Sono la coppia d’oro del poker francese: Shaming è il direttore generale e si occupa degli aspetti tecnici, Roos è il CEO e cura la gestione legale e finanziaria della prima room francese con il 45% di market share. Sono entrambi azionisti e ogni decisione viene ponderata in coppia, dopo una rapida consultazione. Se Winamax è riuscita in Francia a battere la concorrenza di Stars, il merito è il loro. Dirigono un super team di oltre 100 persone.

neymar-pokerstars
Gino Appiotti durante la presentazione di Neymar Jr a Barcellona

9 Gino Appiotti
Direttore Marketing Rational Group (PokerStars – Full Tilt)

Lo sapevate che c’è la mente di un nostro connazionale dietro alle due operazioni marketing più importanti del 2015 (ma forse del decennio) del mondo del poker? Se Neymar e Cristiano Ronaldo sono entrati nella famiglia di PokerStars e molti occasionali hanno iniziato a giocare a poker è grazie a Gino Appiotti, ex marketing manager della Pepsi Cola in America Centrale e in Europa. Dopo essere stato Presidente dei mercati del sud Europa per PokerStars è diventato nel 2015 il Direttore Marketing di Rational Group e sta guidando la rivoluzione in corso in questo momento nel settore. Non abbiamo inserito un italiano nella top 10 per ragioni di campanile, ma per meriti acquisiti sul campo.

8 Alex Dreyfus
CEO Global Poker Index

Negli Stati Uniti è diventato nel 2015 il principale portavoce e promotore del poker ed è un punto di riferimento per molti media generalisti. In Europa lo è già da qualche anno (è stato uno dei fondatori di Winamax e direttore marketing per anni). Vuole “vendere” e trasformare il texas hold’em in una disciplina sportiva. Proprio per questo motivo ha prima lanciato il GPI (ispirandosi al ranking APT) e poi ideato nel 2015 la Global Poker League. La fiducia in lui è alta: quest’estate gli azionisti gli hanno affidato investimenti milionari per queste nuove ambiziose sfide. Sempre quest’anno, ha lanciato con successo la prima edizione della Global Poker Master che si è rivelato un evento mediatico divertente, coinvolgendo gran parte dei top players mondiali.

7 Daniel Negreanu
Testimonial PokerStars

Arretra di qualche posizione Kid Poker, d’altronde il 2015 è stato l’anno nel quale i poker players hanno perso parecchio potere. Negreanu nelle recenti interviste ha fatto capire che i tagli al Vip System di PokerStars erano inevitabili ma ha criticato il tempismo della decisione presa. La sua difesa della categoria è stata debole, come se avesse le mani legate. Da questa vicenda sembra che il suo peso all’interno di Rational Group sia diventato marginale. Eppure è riuscito ad organizzare l’incontro tra Andy Stern (uno dei giocatori high stakes più critici e attivi nella rivolta) e David Baazov. Che non sia l’occasione per riprendersi il terreno perduto? Nella comunità pokeristica la sua influenza è sempre significativa, il suo carisma è rimasto immutato riguardo ai giocatori occasionali e media. Qualsiasi sua dichiarazione continua ad essere ripresa in tutti gli angoli della terra.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

6 Rafi Ashkenazi (Ex aequo)
CEO Rational Group

Dopo le esperienze maturate in Playtech (iPoker) e Amaya, David Baazov l’ha nominato a novembre nuovo amministratore delegato di Rational Group. Ed è molto probabile che la sua opinione abbia avuto un peso decisivo riguardo alle storiche decisioni prese da PokerStars nel 2015. Tra le figure del gruppo che meritano una citazione, senza dubbio Eric Hollreiser e Lee Jones (manager e azionista fin dai primi anni), figure storiche della room che continuano a curare la comunicazione di Stars.

6 Ty Stewart (Ex aequo)
Direttore Esecutivo World Series of Poker

Innovatore pur sempre nel rispetto della tradizione. Per lui parlano in numeri: ogni anno le WSOP battono record in termini di presenze e montepremi. In un mondo che va alla velocità della luce, le World Series rimangono un punto di riferimento per il poker, in un momento non semplice. Nuovi format e tornei riescono ad attrarre nuove generazioni da tutto il mondo. Ma i fronti aperti sono diversi sul mercato, oltre alla sfida più difficile nell’online, nel gioco dal vivo WSOP sta provando a far concorrenza anche al WPT e sta esportando il brand WSOP Circuit in Europa ed Asia. Si è circondato della presenza di manager giovani e dinamici, come l’italiano Simone Ricci e il francese Gregory Chochon. E tra gli uomini più potenti non può non essere citato il noto Tournament Director delle World Series of Poker, Jack Effel (uno degli uomini di spicco del board TDA).

I 20 personaggi più potenti del poker mondiale – Fine seconda parte – continua

I 20 personaggi più potenti del poker mondiale nel 2015 – Prima parte

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.