Gioco legale e responsabile

Business · Scommesse

Ufficiale: Murdoch “scommette” con The Stars Group. Trend: gruppi media diventano anche bookmakers

Il magnate australiano vuole sfruttare al massimo la visibilità di Fox Sport negli Stati Uniti lanciando la sua piattaforma di scommesse con The Stars Group in New Jersey.

Scritto da
07/09/2019 06:30

1.281


E’ arrivato l’annuncio ufficiale: Rupert Murdoch, con la sua Fox Corp, è entrato ufficialmente nel mercato delle scommesse in Nord America. Il primo stato ad avere autorizzato la sua piattaforma FoxBet è il New Jersey, in sinergia con The Stars Group (la casa madre di PokerStars, SkyBet e FullTilt).

Rupert Murdoch

Si ripete quindi l’esperienza britannica, quando Sky (al tempo sotto la gestione del magnate australiano) ed un fondo di investimento inglese lanciarono SkyBet. Un format che ha funzionato e che è seguito negli States (a seguito della storica sentenza della Corte Suprema) dai grossi gruppi media e dell’intrattenimento come Walt Disney Co. e WarnerMedia che hanno lanciato le proprie piattaforme di betting.

Vi avevamo parlato di questo nuovo modello di business proprio qualche mese fa.

La partnership tra Fox ed il gruppo canadese spalanca le porte del mercato americano anche a The Stars Group. 

TSG è già presente con i suoi brand in New Jersey, ma proporre scommesse con la spinta di un network televisivo di primissimo piano (che trasmette in esclusiva molti eventi delle leghe americane) le consente di raggiungere un grande pubblico di appassionati.

In Italia ci avevano provato con scarso successo in passato Sky (nei primissimi anni) e la Gazzetta dello Sport con GazzaBet, poi venduto a SportPesa.

Negli States però l’approccio è diverso: la maggior parte dei players sta cercato di entrare nel mercato, creando contenuti ad hoc, show e trasmissioni dedicate ad eventi sportivi, mantenendosi a distanza di sicurezza da giochi d’azzardo come i casinò, considerando la rigida normativa.

Come detto, Rupert Murdoch non è nuovo ad operazioni del genere: aveva fatto la stessa operazione anni fa con SkyBet la stessa identica operazione prima di cedere la sua creatura (ora controllata proprio da TSG).

In Australia, Murdoch con il suo tabloid The Sun (molto noto soprattutto in UK) ha stretto un accordo con Tabcorp Holding (una gaming company locale) per creare Sun Bets, ma al momento l’operazione, almeno nel 2018, ha presentato risultati finanziari deludenti. Ogni mercato ha le sue dinamiche.

FoxBet in New Jersey ha come target “gli scommettitori occasionali per raccogliere bet low stakes e sarà uno strumento per coinvolgere i fan” ha affermato l’amministratore delegato di FoxBet, Robin Chhabra.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Il “nuovo” modello di business lanciato da Murdoch ha ispirato anche gruppi media molto meno conosciuti: The Score Inc è una piccola app di notizie sportive che si è trasformata in un bookmaker proprio in vista dell’inizio della stagione dell’NFL (football americano) negli States. Lavorare con un target già definito forse è l’approccio giusto.

Il mercato sta diventando molto attrattivo per tutti, si calcola che il turnover delle scommesse illegali negli USA sia di 100 miliardi di dollari l’anno. Con la legalizzazione del betting, i volumi potrebbero moltiplicarsi.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento