Gioco legale e responsabile

Business

Nuovi investimenti per partypoker e il texas hold’em si riavvicina alla Formula 1

Eintain ha siglato un accordo con McLaren riavvicinando il brand partypoker con il mondo della Formula 1 dopo l'esperienza positiva di Giancarlo Fisichella negli anni d'oro del texas hold'em in Italia.

Scritto da
19/05/2021 14:03

702


Vi ricordate i mitici tavoli con i piloti di Formula 1 quando si sfidavano a poker? Tra i protagonisti in prima fila c’era il nostro Giancarlo Fisichella, grande appassionato di texas hold’em e sponsorizzato (al tempo) da una delle room italiane emergenti: partypoker.

Accordo pluriennale tra Entain – McLaren

La poker room del Gruppo Entain ha ripreso da poco il filo diretto con il paddock, puntando tutto ad una partnership con il top team della McLaren, una delle scuderie più prestigiose in Gran Bretagna ed in tutta la Formula 1, terza forza (in aperta competizione con la Ferrari) sulla pista grazie anche ai motori Mercedes.

L’accordo è pluriennale ed il brand sarà stampato sul dispositivo di sicurezza halo su entrambe le McLaren MCL35M.

Sarà disputato un poker tournament speciale che vedrà come protagonista il pilota italo-australiano Daniel Riccardo.

I piloti hanno sempre un forte legame con i tavoli da poker. Un modo, durante le lunghe attese tra una prova e l’altra, per allontanare pressione e stress dalla testa. In particolare, la precedente generazione di piloti era molto legata al giochino.

I forti investimenti forti nel poker online di partypoker

E’ un segnale forte perché dimostra la chiara volontà del gruppo Entain Plc (proprietaria di party e di altri noti brand) di voler ritornare a spingere forte il poker in Europa come negli anni d’oro, quando la room legava il proprio brand a famosi personaggi dello sport.

In questi anni, i grossi gruppi come Entain e Flutter-TSG hanno puntato più a spingere prodotti come le scommesse, pensiamo solo alle sponsorizzazioni di Bwin con i club più prestigiosi al mondo (Real Madrid, Milan ed ora Valencia). Una delle sponsorship centrali nel mercato UK è stato quello di Ladbrokes con i Rangers Glasgow, accordo frenato (in una seconda fase) dagli effetti negativi della pandemia sul prodotto sport.

La nuova sponsorizzazione di Neymar da parte dei rivali ed ora di un top team (che ha fatto la storia della Formula 1) come McLaren, denota da parte di Eitain e di partypoker di rimettere il poker (ed il casinò) al centro delle politiche marketing. Il poker è un prodotto riscoperto da tutti come un gioco divertente e scaccia-pensieri durante i lockdown e la pandemia nel 2020.

partypoker ha lanciato, in modo contestuale anche un’app per il mobile molto innovativa che presto sarà lanciata anche in Italia (questione di ore). E’ una delle poche poker rooms presente in tutti i mercati regolamentati europei (molto forte in Francia ed in UK) e nord americani.

Gli investimenti di marketing vanno molto forte di pari passo con quelli sulla tecnologia. A confermarlo è l’esperta manager Jette Nygaard-Andersen, CEO di Entain: “siamo orgogliosi di far parte del team McLaren di Formula 1”.

Il legame forte tra il texas hold’em ed i piloti di Formula 1

Viene ripristinato un vecchio legame inoltre tra i piloti ed il texas hold’em. Come detto Riccardo (pilota Mclaren) sarà presto presente ai tavoli in un torneo speciale. La speranza è anche di vedere il suo compagno Norris che è uno youtuber molto attivo.

A portare la passione delle carte in Formula 1 ci hanno pensato 2 piloti italiani ed un polacco nel lontano 2008: “Fisico” e Vitoantonio Liuzzi che si sfidavano in un gioco a tre con il mitico Robert Kubica. Presto ai tre si è aggiunto anche Fernando Alonso.

Fino a qualche anno fa le poker rooms avevano tutto l’interesse a coinvolgere i piloti con format televisivi e sit and go molto divertenti.

A partecipare ad una delle partite televisivamente più seguite al Casinò di Venezia c’era presente anche il campione del mondo Nico Rosberg oltre all’amico Adrian Sutil che pagò a caro prezzo un bluff maldestro con una umiiliante eliminazione. Tra i presenti anche l’ex pilota Ferrari Felipe Massa che ha giocato anche in Brasile alcuni tornei esibizione durante il BSOP.