Vai al contenuto
Albert Solal

Gioca 30 ore consecutive a poker online ed entra nel Guinness: “Niente caffè, solo acqua e limone”

Fra tutti i record astrusi presenti nel Guinness dei primati, non è nemmeno lontanamente il più assurdo. Tuttavia, per chi come noi si occupa di poker, scoprire che qualcuno è riuscito a resistere per 30 ore consecutive giocando a poker online fa una certa impressione. L’impresa – a dire il vero non ancora omologata – è stata messa a segno dal francese Albert Solal, che ha giocato ininterrottamente dalle 16 di sabato 11 alle 22 di domenica 12 dicembre.

Chi è Albert Solal, il nuovo recordman

Solal, che di lavoro fa il mental coach per una scuola di poker francese ma è anche psicoterapeuta nonché fondatore di “Clowns z’hôpitaux”, ente no profit che porta svago ai bimbi malati negli ospedali, aveva annunciato pubblicamente la sfida in un ospitata radiofonica su RMC Sport, e alla fine è stato di parola.

Il record è stato battuto giocando più che altro sit lottery (Poker Espresso su Winamax e Hexapro sul network Unibet) e qualche MTT, uno dei quali è stato anche vinto. Il bilancio della sessione fiume non è stato reso noto, ma dovrebbe essere sostanzialmente in pari, o al massimo in leggera perdita.

Battuto il record di Maaswinkel

“Ero molto impegnato a sviluppare un’app, ma volevo tornare allo streaming facendo qualcosa di straordinario. Così ho letto casualmente del record di 114 ore di Phil Laak al Bellagio e ho pensato che avrei fatto anche io qualcosa del genere, sia online che dal vivo”. Poi Solal si è dovuto arrendere alle ovvie difficoltà di organizzare una maratona del genere dal vivo, di questi tempi, dunque ha ripiegato “solo” sulla maratona online. L’obiettivo era dunque quello di superare il record stabilito nel maggio 2019 dall’olandese Tom Maaswinkel, che aveva giocato per 24 ore consecutive.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Niente caffè, solo acqua e limone

Il passo fissato da Solal prevedeva appena qualche minuto di pausa ogni ora. Albert ha sostenuto la maratona senza bere caffè ma solo acqua e limone, e mangiando zuppe e semi. “Difficoltà? Qualcuna tra le 4 e le 6 del mattino, quando iniziavo ad avvertire un po’ il peso delle ore ma ho mangiato qualcosa e sono tornato presto in focus”, ha ammesso il francese, che è stato seguito e incitato da molti spettatori e follower, “a parte un troll venuto apposta a tormentarmi, ma il supporto è stato molto bello e sono felice di avere raggiunto l’obiettivo”, aggiunge.

“È stato un viaggio, una grande traversata, una grande avventura”, ha concluso dopo aver stabilito il record della sessione di poker online più lunga di sempre. Ora c’è da ultimare gli adempimenti per l’omologazione del record, visto che la procedura richiesta è piuttosto laboriosa. Solal si è dovuto dotare di un buon numero di testimoni, che si sono alternati facendo i turni, in due alla volta. Quindi, una volta consegnato il file con le dichiarazioni dei testimoni e quello video con la ripresa dell’intera sessione, sarà solo questione di ore prima di vedersi ufficialmente sul Guinness dei primati.

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".