Gioco legale e responsabile

Curiosità

Lezioni di vita: nonno Hesp vince $2,6 milioni al Main ma continua a giocare tornei da £10

John Hesp, quarto nell'ultimo Main Event alle WSOP, è diventato milionario ma ai tavoli da poker continua a sedersi solo nei low stakes. Un esempio per molti.

Scritto da
16/10/2017 17:03

6.071


Il simpatico 64enne pensionato britannico John Hesp ha scritto una pagina importante nell’ultimo Main Event WSOP, arrivando al tavolo finale nonostante il field infinito di 7.221 players.

John Hesp

Alla fine, l’ex venditore di caravan, originario del Nord dell’Inghilterra è tornato dalla moglie a casa con in tasca 2,6 milioni di dollari che gli consentiranno di vivere una pensione senza pensieri, almeno dal punto di vista economico.

 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker, Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30! E’un’esclusiva Assopoker!

multiprodotto_300x250_ita

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Il saggio Hesp si sta rivelando anche una persona coerente e non un gambler improvvisato. Alla vigilia del tavolo finale dei campionati del mondo ha raccontato: “non ho mai giocato nella mia vita tornei con buy-in superiori a 10 pounds”. Prima del Main aveva vinto al massimo 1.700 sterline.

Ed ora cosa combina il buon John con 2,6 milioni di dollari in banca?

Lui dimostra di avere le idee chiare e continua a giocare i suoi cari tornei da 10 sterline perché per lui il poker è solo divertimento. E’ successo pochi giorni fa al Napoleon’s Casino & Restaurant nella cittadina di Hull. Il “nonno low stakes” è stato di parola, consapevole dei propri limiti: ha pagato 10 pouds (l’evento era un £10 rebuy) e sfidato circa una novantina di giocatori. E’ andato a premio per 200 pouds e tutti contenti.

“io sto al poker come Trump alla politica, sono un dilettante”. Una lezione di vita per tutti, in un mondo dove spesso i soldi danno alla testa ed è facile fare il passo più lungo della gamba. Ma non per il mitico John che non si è dimenticato da dove è venuto e come si è sudato i soldi nella vita. Chapeau!