Vai al contenuto

Shannon Shorr, missione compiuta alle WSOP

A Shannon Shorr manca ancora il braccialettoShannon Shorr cercava il riscatto alle WSOP, ed anche se in extremis alla fine è riuscito a trovarlo: con un colpo di coda, lo statuintense ha sfiorato il braccialetto nel NLHE 6-max Championship e conquistato un altro piazzamento, capaci di fargli vincere circa 600.000 $.

Un risultato economicamente soddisfacente, ma fino all’ultimo le cose per lui erano andate molto male, con una ventina di tornei dai risultati poco meno che sconfortanti.

Mi sono presentato al torneo 6-max più concentrato che mai – ha scritto sul proprio blog – sapevo che in un torneo del genere avrei dovuto giocare al meglio per sperare anche solo in una possibilità di vittoria”.

Vittoria che tuttavia, dopo che l’aveva già sfiorata nel 2007 e quindi nel 2008, gli è sfuggita a causa dell’affermazione di Gregory Merson, successivamente anche November Nine: “Gli avversari al tavolo finale si sono comportati in modo distinto e professionale, il che rende tutto più piacevole rispetto all’avere a che fare con persone fastidiose o dall’ego smisurato, come purtroppo accade”.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Shannon, che da quasi un anno e mezzo gioca solo tornei live a causa del Black Friday, parla dell’importanza di mantenere un atteggiamento positivo in questo genere di eventi, giocando ogni singola mano senza farsi condizionare da quelle precedenti, e svelando come stia pensando di prendere temporaneamente residenza all’estero per tornare a giocare a poker online a settembre: “Di certo, per un mese è improbabile che giochi anche una sola mano…”. 

Dopo oltre cinquanta giorni passati a Las Vegas, città che confessa di non amare, è più che comprensibile, ma “BLUFFforRENT” manca ormai da troppo tempo dall’arena virtuale: un suo ritorno là dove è diventato ricco e famoso sembra soltanto una questione di tempo.