Vai al contenuto

Vicky Coren rivela: ‘nella mia carriera anche un film porno’

Udite udite: nel passato di Vicky Coren c’è anche un film porno. Ma prima che voi curiosoni vi mettiate a sfruculiare la rete per pescare il video in questione, lasciate che vi spieghiamo meglio di cosa si tratta. Anzi, lasciamo che sia la stessa giocatrice britannica a raccontarci come si sia trovata in quella strana situazione.

vicky-coren

“Non saprei dire quale sia il mio lavoro. Forse la scrittrice, perché questo è quello che faccio di difficile. Giocare a poker è divertente, mentre andare in tv a presentare è facile. Ma scrivere… ti alzi la mattina e dici: cavolo, oggi mi tocca scrivere. Ecco, questo lo definirei un lavoro”, ha raccontato la Coren in una recente intervista.

“Ho iniziato la mia carriera scrivendo un giornaletto scolastico. Produrlo mi costava 6 centesimi, io lo rivendevo a 10 centesimi… direi che era un affare. Di cosa trattava? Erano notizie false sulle ragazze della mia scuola”. D’altra parte, con un padre scrittore è normale che la figlia si interessi al medesimo tipo di attività. Calma, fra poco arriveremo a rivelazioni ancora più scottanti…

“Quando avevo 12-13 anni scrivevo storie brevi che inviavo ai magazine con un nome falso. La prima volta che hanno deciso di pubblicarne una mia ero felicissima: mi avrebbero dato 90 sterline, che a quei tempi erano tutti i soldi del mondo per me. Allora ho pensato che se fossi stata pubblicata, avrei voluto mettere il mio vero nome”, spiega Vicky.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Una passione tramutata in lavoro, che l’ha portata ad esplorare anche orizzonti un po’ particolari. “Col mio amico Charlie (Skelton, ndr) abbiamo avuto questa piccola avventura: facevamo recensioni ironiche dei film porno, per un magazine: ci davano film a luci rosse e noi facevamo la recensione come fossero film veri. Sai, trama, personaggi, eccetera, tutto in chiave ironica”.

Ci siamo: “La cosa ci fece pensare che potevamo fare di meglio, e abbiamo davvero girato un film per adulti. Penso sia uscito il peggiore di tutti i tempi – finalmente la Coren svela l’arcano – “Ci siamo occupati della sceneggiatura e di sesso ce n’è pochino. Ecco dove abbiamo sbagliato, eravamo imbarazzati e ogni volta dicevamo agli attori: ok, non c’è bisogno di andare oltre”.

Nell’intervista, naturalmente, si è parlato anche un po’ di poker. D’altra parte la Coren è una delle dieci giocatrici più vincenti nella storia dei tornei live: “Non gioco più tornei piccoli, solo quelli più importanti. Però a casa mia giochiamo small stake tutti i martedì sera, con i miei amici di sempre. Il poker rimane un hobby, che però mi prende tanto tempo e mi fa guadagnare tanto”.

La Coren ha vinto l’EPT di Londra 2006 e ovviamente ha scritto pure un libro sulla sua carriera pokeristica: “Era come un arco narrativo che si chiude: ho iniziato giocando per poche sterline, a casa con gli amici di mio fratello; 20 anni dopo vinco 1 milione di dollari. Il libro si è scritto da solo, come tutte le storie vere: vittorie, sconfitte, serate a Las Vegas in cui ero broke e dovevo trovare i soldi per pagare l’albergo”.