Gioco legale e responsabile

Live

Angle shooting: la mossa preferita dai giocatori scorretti

Scritto da
07/03/2015 11:11

11.840


Nel poker dal vivo viene definito “angle shooting” il tentativo di sfruttare in maniera scorretta alcune norme del regolamento di gioco. Purtroppo in tutti i casinò del mondo ci sono personaggi che non si fanno problemi a mettere in atto queste mosse per raggirare gli avversari (soprattutto quelli meno esperti) e questa “strategia” è talmente popolare che si registrano episodi di angle shooting tanto nelle piccole poker room quanto nei tornei più importanti al mondo.

Non mancano esempi di questo tipo anche alle WSOP, con il caso della mano tra Prahlad Friedman e Teodore Bort nel Main Event di qualche anno fa che è uno dei più eclatanti. In quella situazione il primo si trovava a fronteggiare l’all-in dell’avversario al river e riuscì a sfruttare il regolamento a suo favore per sapere le carte di Bort pur senza chiamare.

prahlad-friedman-33141

Prahlad Friedman è diventato uno dei giocatori più odiati negli States anche per questo angle shooting

Il tutto inizia con la chiamata del clock da parte di Bort. A quel punto Friedman attende il conto alla rovescia e dichiara il call una frazione di secondo dopo che il floorman aveva detto “uno”. In questo modo l’avversario (ignaro dell’angle shooting e del fatto che la mano di Prahlad fosse “morta”) gira una doppia coppia anche se il call non è valido e permette e Prahlad di ottenere questa importante informazione senza rischiare nulla.

Ovviamente scoppiò il putiferio in sala, con Bort furioso per la decisione (inevitabile) del floorman di dichiarare “morta” la mano di Friedman. Grazie a questo angle shooting Prahlad riuscì a restare in gioco e a conoscere la mano con cui l’avversario lo aveva messo ai resti.

Ecco il video:

Un altro caso eclatante, forse anche più di questo, avvenne all’EPT Grand Final del 2011. Questa volta il giocatore incriminato è il venezuelano Ivan Freitez e siamo a 10 left in uno dei tornei più prestigiosi e ricchi al mondo. Freitez apre da middle position con 6 5 e tutti foldano fino all’americano Yanayt, che difende il grande buio con k q .

Il flop è 5 3 k e Freitez va in continuation bet, venendo chiamato da Yanayt, forte della sua top pair. Il turn è un 5 che permette al venezuelano di chiudere doppia coppia; su questa carta entrambi fanno check. Il river migliora ulteriormente il punto di Freitez che grazie al 6 chiude un fullhouse runner-runner.

A questo punto Yanayt punta 275.000 chips su un piatto da 665.000 e il player sudamericano risponde con l’angle-shooting: sapendo di essere quasi sicuramente vincente allo showdown, Freitez prova a ottenere ancora più valore dalla sua mano e invece di rilanciare normalmente dichiara il raise ma mette nel mezzo le chips per chiamare; subito dopo si corregge e dice “Scusate, intendevo dire call“.

La sua strategia può apparire complessa ma in realtà è molto semplice: Freitez fa questo angle-shooting consapevole del fatto che quando si dichiara il rilancio ma si mette nel piatto una quantità di chips inferiore al rilancio minimo si viene sempre costretti a fare un mini-raise. Il venezuelano è così ben consapevole del destino a cui andrà incontro e spera di apparire debole agli occhi dell’avversario, visto che secondo la sua recita avrebbe voluto semplicemente chiamare e non rilanciare.

ivan

Ivan Freitez

Questo farebbe pensare che la sua mano sia molto più debole di una top pair con buon kicker e dunque dovrebbe spingere Yanayt a fare call o addirittura rilanciare, solo per vedersi girare un fullhouse imbattibile. Freitez decide poi di distruggere completamente la sua reputazione dichiarando di non parlare inglese e facendo finta di non comprendere il motivo per cui si vede costretto dal floorman a mettere in mezzo un mini raise fino a 550.000 gettoni.

La parola torna dunque a Yanayt, che va in the tank ma alla fine opta per il call, una scelta comprensibile visto che la recita del suo avversario avrebbe fatto pensare a un punto decisamente inferiore al suo. Freitez gira invece il fullhouse e si prende occhiatacce da tutti i presenti, compreso l’esperto floorman Thomas Kremser, che si dimostra disgustato nei confronti del protagonista di questo angle-shooting.

Ivan Freitez riuscirà poi a vincere questo torneo per una prima moneta da 1.5 milioni di euro. Un successo che rimarrà per sempre macchiato dal pessimo atteggiamento, scorretto e antisportivo, tenuto in questa mano.

Ecco il video:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento