Gioco legale e responsabile

Live

Charlie Carrel leader nel main event a Rozvadov: Romanello cerca la rimonta

Charlie Carrel show al King’s Casinò di Rozvadov. L’inglese conquista la leadership nel count dopo un finale di day 3 perfetto e sogna il bersaglio grosso nel main event del Live Millions. Si ferma al 30° posto il sogno dell’unico italiano in gara, Maurizio Cola. Final table anche per Robert Romanello.

Scritto da
18/08/2019 12:00

1.333


504 ingressi

Charlie Carrel domina la scena nel day 3 del “€10.300 Main Event” al Live Millions by PartyPoker in corso al King’s Casinò di Rozvadov. In 504 ci hanno provato e sono rimasti in 8 a contendersi lo scettro. L’inglese è un rullo compressore nella parte finale della terza giornata, imbustando 102.100.000 chips, quando il più vicino dei rivali è Roman Lewis a quota 81.800.000 unità.

 

 

Impressionante davvero il rush finale del britannico che abbatte come birilli i rivali e soprattutto è protagonista nei piatti più importanti del day 3. Chi vince si assicura una prima moneta da 1 milione di euro, mentre approdare al final table garantisce a tutti 100 mila bigliettoni. I 504 paganti hanno determinato un prize pool netto di 5 milioni di euro e sono 72 le posizioni bagnate dai premi, con un cash minimo di 20.000€.

In 57 hanno ripreso posto ai tavoli nella discesa al tavolo finale e fra coloro che sia avviano alle casse ci sono anche nomi importanti come quelli di Jan-Peter Jachtmann (45°),    Jack Sinclair (43°), Freddy Deeb (40°) e Vojtech Ruzicka (32°). Al 30° posto si esaurisce la corsa dell’unico italiano ancora in gara: Maurizio Cola è fuori dai giochi al 30° posto per una ricompensa di 30.000 euro. Niente gloria poi nemmeno per Yake Wu (25°), Tomas Fara (18°) e Kenny Hallaert (17°).

L’assolo di Charlie e il cooler di Urbanovich

Da 15 left in poi sale in cattedra il buon Charlie Carrel. Due set lo spediscono al comando del count. Nella prima mano trova il raddoppio con 3-3 vs A-K e 3 facecard sul flop. Nella seconda ha 10-10 in mano sul flop J-10-8 e dall’altra parte Marek Ledvina ha mosso allin con K-J. Turn e river consegnano il secondo double up a Carrel e la leadership nel count.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Nella battute finali escono di scena anche Matas Cimbolas (12°) e Dzmitry Urbanovich (10°). Il lituano perde A-J vs K-Q, mentre il polacco si arrende ad un micidiale cooler: sul board 7-9-9-7-5 annuncia l’allin con K-9 per il full, ma Rastislav Paleta snappa con 7-7 per il poker.

Come detto Charlie Carrel è il leader del tavolo finale. Da qui alla fine della corsa però, dovrà guardarsi le spalle da un field niente male. Insieme a lui, proveranno a mettere le mani sul trofeo Sam Grafton (62.400.000) e Roberto Romanello (41.900.000). Il gallese, ma di chiare origini italiane, torna a far parlare di se e prova l’assalto all’ennesimo trionfo in carriera.

Il count ufficiale

  1.  Charlie Carrel 102,100,000
  2.  Romain Lewis 81,800,000
  3.  Lukas Zaskodny 71,200,000
  4.  Severin Schleser 69,500,000
  5.  Sam Grafton 62,400,000
  6.  Rastislav Paleta 42,000,000
  7.  Roberto Romanello 41,900,000
  8.  Josef Snejberg 32,900,000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento