Gioco legale e responsabile

Live

EPT Barcellona Main Event: Pasquale Braco chip leader a 48 left

Pasquale Braco è l’ultimo italiano ancora in gioco all’EPT Barcellona Main Event, ma è anche il player con lo stack più grosso tra i 48 superstiti. Con 2,8 milioni di chip, l’azzurro si è messo alle spalle Shannon Shorr e Diego Falcone.

Scritto da
30/08/2019 06:50

2.391


Dopo l’11° posto nel National, continua il momento d’oro di Pasquale Braco, capace di issarsi fin sulla vetta del chip count alla fine del Day 3 dell’EPT Barcellona Main Event: con 2.800.000 chip, l’italiano precede lo statunitense Shannon Shor (2.515.000) e il brasiliano Diego Falcone (2.310.000).

L’altro lato della medaglia è rappresentato dall’eliminazione di tutti gli altri azzurri in gioco. Il migliore tra i player out nostrani è stato Mario Perati, 71° con €20.340. A seguire troviamo Mauro Francolini (€17.160), Gianluca Speranza (€17.160, qui la mano della sua eliminazione), Nicola Grieco (€14.750), Leonardo Patacconi (€12.440), Gianfranco Iaculli (€11.090) e Nicola Bordignon (€10.030).

 

EPT Barcellona Pasquale Braco

Pasquale Braco (photo courtesy of PokerNews)

 

Il Pasquale Braco Show

Braco ripartiva al Day 3 dell’EPT Barcellona Main Event con uno stack di 618.000 chip, buono per la top 20. L’italiano è rimasto intorno a quella quota fino al livello 21, quando è arrivato lo scossone decisivo che gli ha permesso di alzare l’asticella.

Dopo il raise d’apertura di Griffin Benger a 34.000 da cutoff, e il call di Johnny Nedved da small blind, il nostro ha controrilanciato da big blind e Benger ha risposto mandando la vasca, 935.000 chip. Neved ha foldato, ma Braco ha chiamato investendo i suoi ultimi 660.000.

Allo showdown, Pasquale ha girato A K , mentre l’avversario aveva 10 10. Il flop ha immediatamente premiato Braco, che si è visto recapitare un A e un K , oltre a un 4 . Il turn, un 7 , negava a Benger uno dei suoi due out rimasti (il 10) e un 6 al river sigillava il double-up dell’azzurro.

La seconda mano decisiva della splendid giornata vissuta da Braco in Catalogna è capitata poco dopo, quando Aymon Hata ha rilanciato da middle position, trovando il call di Pasquale di nuovo da grande buio. Su flop Q J 8 , l’italiano ha fatto check-call, ma sul 6 al turn è uscito puntando 150.000.

A questo punto, Hata ha alzato la posta a 250.000 e l’azzurro ha scelto l’all-in per 1,2 milioni di chip. Il suo avversario, rimasto con circa 690.000, ha fatto call con K 9 , trovandosi però contro A 2 . Inutile la Q al turn: colore nuts per Braco e pot da 786.000 chip che gli ha permesso di volare oltre quota 2 milioni.

Tutti a caccia della picca

Oggi, a partire dalle 12 ora locale, i 48 giocatori ancora in corsa per la vittoria finale affronteranno il 23° livello (bui 10.000/25.000, big blind ante 25.000) e continueranno la caccia alla prima moneta da €1,6 milioni abbondanti.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Oltre a Shorr, tra i superstiti ci sono altri big del poker mondiale come Stefan Jedlicka (11° con 1.800.000), Isaac Haxton (24°, 1.205.000), Gaelle Baumann (43°, 500.000), Sergi Reixach (46°, 430.000) e il chip leader del Day 2 Simon Mattsson (precipitato in 46° posizione con 390.000).

Questa la top ten del chip count:

  1. Pasquale Braco Italy 2.800.000
  2. Shannon Shorr USA 2.515.000
  3. Diego Falcone Brazil 2.310.000
  4. Simon Brandstrom Sweden 2.300.000
  5. Ut Tam Vo France 2.275.000
  6. Jonas Ten Cate Netherlands 2.240.000
  7. Jerry Odeen Sweden 2.135.000
  8. Bartlomiej Machon Poland 2.030.000
  9. Johnny Nedved Belgium 1.975.000
  10. Joe Mouawad Lebanon 1.955.000

EPT Barcellona Main Event: il payout del final table

  1. €1.659.000
  2. €884.400
  3. €607.400
  4. €436.760
  5. €364.660
  6. €295.520
  7. €226.490
  8. €159.580
  9. €121.760

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento