Gioco legale e responsabile

Live

Poker Live Daily: Deeb ed ‘Elky’ hot nel Colosuss, 3 azzurri in cosa a 11 left. A Malta final table per Gregorio e Marinelli

Una domenica molto azzurra e ricca di ottime news per i nostri giocatori nel poker live. Alle WSOPE 2019 il "€550 Colossus NLH" ha raggiunto il final day e a 11 left troviamo Pasquale Braco, Francesco Candelari e Alessandro Pezzolli. Attenzione però a due fenomeni come Shaun Deeb e Bertrand "Elky"Grospellier. Ultime battute anche per il "€550 Grand Event Malta Poker Festival". Al final table ci saranno anche Pasquale Gregorio e Dario Marinelli. 

Scritto da
04/11/2019 10:01

1.342


11 left al King’s

Il report sul poker live decolla dalle WSOPE 2019, dove sta per calare il sipario. Oggi ultimo atto del Colossus e di conseguenza dopo l’assegnazione del bracciale, la manifestazione andrà agli archivi. C’è ancora speranza di assistere ad un successo italiano e di colorare il 15° braccialetto di azzurro. Un trio speciale ci proverà a 11 left nel “€550 Colossus”: Pasquale Braco è il trascinatore con 5 milioni di pezzi, mentre avranno bisogno di una rimonta sia Francesco Candelari da quota 4.050.000 e soprattutto Alessandro Pezzoli 2.650.000.

Pasquale Braco

In tutto erano 17 gli azzurri in gara nel day 2 fra i 313 promossi. Una lunghissima selezione non ha fatto sconti, seppur garantendo la ricompensa monetaria ai qualificati della seconda giornata. Tre di essi dunque approdano al final day e servirà una prestazione maiuscola per assicurarsi il bracciale. Se Mick Heder comanda con 12.1 milioni, attenzione a due pezzi da novanta come Shaun DeebBertrand Grospellier.

Deeb strizza l’occhio al POY

L’americano è terzo con 8.100.000 chips nel count e sogna il clamoroso back to back nel POY WSOP 2019. Il player a stelle e strisce infatti, dopo l’eliminazioni di Negreanu e Campbell ha la strada spianata verso la prima piazza in questa speciale classifica. Serve almeno il podio, ma in caso di obiettivo centrato riuscirebbe a bissare il trionfo dello scorso anno, diventando così il primo giocatore a vincere per due anni di fila il player of the year WSOP.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Bertrand Grospellier a sua volta si tiene in scia con i deep stack e mette dentro la busta 6.450.000. Nel lotto dei finalisti, “Elky” è sicuramente il più pericoloso di tutti e se dovesse trovare un raddoppio, a quel punto tutto può succedere nella discesa al titolo. Carte in aria con l’ultimo giorno di gara alle 15.00. Si riprende dal livello 34, 150.00-300.000 big blind ante 300.000. Chi vince porta a casa il bracciale e una prima moneta da 190.375 euro.

Il count ufficiale

  1. Mick Heder 12,100,000
  2. Avraham Dayan 8,700,000
  3. Shaun Deeb 8,100,000
  4. Christoph Peper 7,250,000
  5. Dieter Becker 6,625,000
  6. Bertrand Grospellier 6,450,000
  7. Pasquale Braco 5,000,000
  8. Sergii Karpov 4,725,000
  9. Francesco Candelari 4,050,000
  10. Alessandro Pezzoli 2,675,000
  11. Marian Kubis 2,150,000

Gregorio deep, Marinelli affonda a Malta

Il report sul poker live prosegue con il “€550 Grand Event” del Malta Poker Festival. Nell’isola del Mediterraneo si giocava il day 3 con 21 players left. Fra questi 8 azzurri pronti a mettere nel mirino il tavolo finale dell’evento. Alla fine ci riescono solo Pasquale Gregorio e Dario Marinelli, mentre per tutti gli altri arriva il capolinea. Il primo dei nostri ad avviarsi alle casse è Domenico Tortomasi la cui coppia di 7 è superata dal flush del rivale. Salvatore Cultraro è out al 20° posto, quando con K-Q non supera A-10.

Nicolaj D’Antoni allunga la striscia negativa degli italiani, salutando in 19° piazza. La sua middle pair è resa vana al river dal colore centrato dal suo avversario. Niente final table nemmeno per Jacopo Achille, il quale finisce in allin con A-5 sul flop A-6-Q e dall’altra parte lo scatenato Dmitri Dan mostra 6-6. Giovanni Piccione si arrende al 16° posto con J-J vs 10-10 e un velenoso 10 al flop. Non c’è gloria nemmeno per Dario Manara out con K-8 vs A-4 vs Q-J sul board Q-A-8-9-6. Il day 3 si chiude con un super cooler, dove Dario Marinelli è ridimensionato in maniera pesante.

Pasquale Gregorio

L’azzurro finisce in allin con K-K in vantaggio su Q-Q di Mark Vella, ma dominato da A-A di Leendert Marcus. Il board 9-9-3-J-7 condanna all’eliminazione in nona piazza Vella, con Marinelli che da oltre 5 milioni crolla ad appena 590.000 pezzi (6 big blind), mentre l’olandese triplica a 9.3 milioni. Dunque Dario Marinelli ha bisogno del raddoppio immediato al final table per tornare in gara. Pasquale Gregorio invece con 2.615.000 si attesta al quinto posto nel count. La scena è dominata completamente per il secondo giorno consecutivo da Dmitri Dan: l’israeliano comanda con 14.015.000. Insomma è un’emozionante Poker Live nel vecchio continente.

Il count ufficiale

  1. Dmitri Dan  14,015,000
  2. Leendert Marcus  9,330,000
  3. Tomas Sujeta 6,685,000
  4. Oskar Wedde  2,830,000
  5. Pasquale Gregorio  2,615,000
  6. Peter de Bruin  2,315,000
  7. Craig Smith  1,470,000
  8. Dario Marinelli  590,000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento