Gioco legale e responsabile

Live

US Poker Open: Winter spegne il final table del Main, si arrendono Chidwick, Koon e Little

Una cavalcata straordinaria verso il titolo nel main event dello US Poker Open. A Las Vegas, l'ultimo evento della kermesse finisce nelle mani di Sean Winter, autentico rullo compressero al tavolo finale. Niente da fare per i vari Stephen Chidwick, Jason Koon e Jonathan Little. Il Golden Eagle Trophy, ovvero il premio destinato al primo classificato della leaderboard generale, finisce nelle mani di David Peters per la seconda volta di fila. 

Scritto da
16/06/2021 10:30

586


6 uomini in cerca della vittoria

Lo US Poker Open vive il suo ultimo giorno dell’edizione 2021, al casinò Aria di Las Vegas. In ballo, il tavolo finale dell’evento#12: il “$50.000 NLH” che vede sei giocatori tornare per la vittoria. In tutto sono stati 42 a provarci nella prima giornata e la bolla del final table, vale a dire il settimo posto, coincide anche con la bolla dei premi. Insomma, i players tornano agguerriti e con la sicurezza di una ricompensa in denaro. Dai 105.000$ riservati al sesto classificato e fino ad arrivare ai 756.000 dollari destinati al neo campione.

Pronti via e nelle primissime battute del torneo, trova il raddoppio Jason Koon su Sam Soverel: K-J ribalta la situazione vs A-10, grazie ad un Jack al flop. Soverel resta con appena tre big blind, ma il sesto posto si materializza per Bill Klein. Quest’ultimo sul board 5-Q-Q-4 finisce ai resti con 7-7 e trova dall’altra parte Sean Winter con 5-5. Il full del futuro campione costringe alla resa il mitico Bill.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

David Peters by US Poker Open

Passano poche mani e al quinto posto ci sono i titoli di coda per Sam Soverel. Tornato con 7 big blind muove allin con A-3 in bvb e trova Q-Q in mano a Stephen Chidwick dal grande buio. Con la sua eliminazione è certificato il primo posto di David Peters nella classifica generale. L’americano per la seconda edizione di fila mette le mani sul Golden Eagle Trophy e si assicura anche 50.000 dollari di premio per la vittoria finale. Un back to back da record che nemmeno la pandemia è riuscita ad impedire.

US Poker Open: la volata finale

A 4 left, nello US Poker Open, la lotta si fa serrata e l’uomo da battere resta Sean Winter in fuga nel count. Ci proveranno a turno un pò tutti, ma senza grandi risultati. Lo sa bene Jonathan Little che prima prende una sportellata dallo stesso Winter e poi si avvia alle casse, quando sul flop 8-6-3 muove allin con 10-8 e Chidwick lo domina con K-8.

Sul gradino più basso del podio si accomoda Jason Koon. Il suo A-Q arriva nel momento meno fortunato, in quanto Winter con K-K chiama l’allin del rivale e poi lo sbatte fuori per 336.000 dollari. Può così iniziare il duello finale tra Sean Winter e Stephen Chidwick: l’americano parte con un vantaggio di 3:1 a livello di chips e farà valere il gap. Alla quinta mano dell’heads up cala il sipario.

Sean Winter US Poker Open

Sul board J-6-2-Q-10, il britannico va in allin con Q-8 e scopre che Sean Winter ha piazzato il sorpasso con doppia coppia al river, grazie a 10-6. Per Chidwick ci sono il secondo posto e una ricompensa da 504.000 dollari, mentre Sean Winter iscrive il suo nome nel main event per 756.000 bigliettoni. Lo US Poker Open 2021 va quindi agli archivi e i numeri sono stati davvero incoraggianti, considerando il periodo. La luce è tornata a splendere sul poker live a Las Vegas.