Gioco legale e responsabile

WSOP 2018

WSOP 2018: nel Double avanza solo D’Agostino, bene Treccarichi nell’evento#37

Parecchie ombre e poche luci nella notte di Las Vegas. Alle WSOP 2018 il "$1.000 Double Stack" lascia un solo italiano sulla strada che porta al day 3: Fabrizio D'Agostino. Per gli altri 8 azzurri ci sono sei "In the Money" a rendere meno amara la seconda giornata. Intanto Walter Treccarichi si mette in luce nel "$1.500 NLH" e chiude al 28° posto nel count. 

Scritto da
19/06/2018 10:55

1.577


Il day 2 del Double

Alle WSOP 2018 il “$1.000 Double Stack NLH” è chiamato a scremare in maniera netta il field. Dei 5.701 paganti in 1.285 hanno raggiunto il day 2 e l’obiettivo dei qualificati è quello di centrare un posto al sole fra le 855 posizioni “In the Money“. L’Italia si presenta con ben 9 giocatori e tutti pronti a fare la loro parte. Prima dello scoppio della bolla perdiamo però due pezzi da novanta, come Alessio Isaia e Giuliano Bendinelli. Se per il piemontese l’eliminazione era preventivabile causa uno stack non proprio deep, quella del ligure giunge un pò a sorpresa. Non bastano a Bendinelli 75.900 gettoni per puntare alla zona premi. Scoppiata la bolla, abbiamo la certezza che i sette italiani ancora in corsa possono contare su una ricompensa.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Il primo ad avviarsi alle casse è niente meno che Sergio Castelluccio. L’avellinese aveva chiuso nella zona medio alta del count nel corso del day 1A, ma è il primo eliminato una volta decretato il bubble man: chiude in 855° piazza per 1.500 dollari. Poco dopo è la volta di Daniele Linciano (744°, $1.598), mentre al 627° posto molla la presa Maurizio Saieva, il quale incassa 1.717$. Provano a resistere più a lungo gli altri azzurri e solo in 373° posizione alza bandiera bianca Antonio Barbato. Per “Barcia961” ci sono 2.508 dollari di consolazione. Infine non fanno molta più strada Gianluca Speranza e Luca Stevanato. L’abruzzese ritira il 281° premio per 3.196$, mentre il veneto chiude è 245° per la stessa cifra.

D’agostino non molla

Il day 2 del “$1.000 Double Stack“, alle WSOP 2018, lascia 162 giocatori lungo la strada che porta al day 3. L’unico azzurro che resiste in questa discesa senza appelli è Fabrizio D’Agostino. Imbusta 592.000 unità che lo collocano al 21° posto nel count. Insomma una situazione ideale per sferrare l’attacco decisivo nella terza giornata. Al comando della truppa c’è invece Daniel Colpoys: l’americano, già protagonista nel day 1A, accumula 1.405.000. Vantaggio interessante il suo, visto che il primo dei rivali alle sue spalle è David Kaiura con 1.237.000.

Fabrizio D’agostino

Molti i volti noti che rivedremo in gara. Michael Delvecchio ad esempio è a ridosso della top ten con 888.000 unità e poco distante ecco Vinny Pahuja a quota 768.000. Fra i migliori 10 spunta la sagoma di Isaac Baron con 942.000 gettoni. Ottime prestazioni anche per Tony Dunst (571.000), Matt Berkey (473.000), Bryan Piccioli (352.000) e Scott Davies (329.000). Passano al day 3 infine, Anthony Spinella (303.000), Maria Lampropulos (262.000), Benjamin Zamani (207.000) e Matt Stout (96.000). Start della terza giornata a partire dalle ore 12 locali, le 21.00 in Italia e si giocheranno altri 10 livelli da 60 minuti l’uno.

La top 10 del count

  1.  Daniel Colpoys 1,405,000
  2. David Kaiura Bellevue 1,237,000
  3.  Yosuke Sekiya 1,208,000
  4.  Osman Ihlamur  1,067,000
  5.  Steven Tymms  1,062,000
  6.  Tomas Teran  1,009,000
  7.  Stevan Chew 998,000
  8.  Mike Takayama  963,000
  9.  Isaac Baron 942,000
  10.  Emerick Wiatrek 928,000

Treccarichi in carrozza al day 2

Alle WSOP 2018, gli eventi superano il giro di boa e sui 78 previsti ecco decollare il numero #37. Si tratta del “$1.500 No Limit Hold’em” che ha visto la partecipazione di 1.330 giocatori. Una battaglia quindi nel day 1 per assottigliare la truppa verso la seconda giornata. In 236 staccano il pass per il day 2 e fra questi c’è Walter Treccarichi. L’azzurro parte in sordina, poi grazie anche ad un pesante double up, sale in maniera netta nel count. Alla fine imbusta 77.300 gettoni che valgono la 28° piazza nel count.

Walter Treccarichi

Tutto questo quando mancano esattamente 36 eliminazioni allo scoppio della bolla. Il montepremi di 1.795.500 dollari è diviso fra la ricompensa minima di 2.249$, fino a raggiungere la prima moneta da 319.580 bigliettoni. In testa al count troviamo Kirk Banks con 179.100 pezzi. In quinta posizione scalpita uno scatenato Anatoly Filatov (129.000) e subito fuori dalla top ten si tiene in agguato JC Tran a quota 108.900 unità. Carte in aria con il day 2 a partire dalle ore 12.00 e si giocheranno altri 10 livelli sulla strada che porta al final day.

La top 10 del count

  1.  Kirk Banks  179,100
  2. Michael Rocco  160,000
  3.  Duy Ho 158,500
  4.  Joseph Couden  155,900
  5.  Anatoly Filatov 129,000
  6.  Baitai Li 125,800
  7.  Stephen Song 124,600
  8.  Ken Norton  113,400
  9.  Gene Harrill 113,300
  10.  DNR 111,000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento