Vai al contenuto

PokerStars EPT Londra, Day 3: 5 italiani a premio ma già out

Pietro Mormina, bubble man di questo EPT LondraIl poker sa essere crudele: può regalarti illusioni e poi risvegliarti bruscamente, con una punta di imprevedibile cinismo che contribuisce a renderlo così affascinante. Lo sa bene Pietro Mormina, che l’altro ieri scoprivamo improvvisamente ad un certo punto chipleader degli italiani.

Poi qualche colpo subìto lo accorciava, e lui iniziava il day3 con il non proprio rassicurante stack di 84mila chips, consapevole comunque di poter evitare di trovarsi tra quei 7, sui 111 players superstiti dal day 2, che non sarebbero andati a premio.

Ma la sorte era in agguato, e compiva il misfatto quando Pietro Mormina decideva di raisare allin la sua coppia di 3. Lo chiamava un avversario con J8, e il flop 7 10 10 lasciava intatte le speranze del nostro giocatore di vincere il coinflip, l’A sul turn era un tacito alleato ma il 9 sul river consegnava la scala al rivale, e condannava Pietro Mormina all’uscita in 105° posizione, l’ultima non a premi. Bolla piena, come si dice.

Ci rimane la consolazione di 5 dei nostri “in the money”, e uno di loro ci fa davvero sognare, perchè Fabrizio “superbaldas” Baldassari inizia la demolizione del suo tavolo, costruendosi uno stack che lo proietta in breve tempo ta i chipleaders. A Fabrizio sarà sembrato di stare ai tavoli high stakes di Full Tilt, che frequenta abitualmente con profitto: la sua progressione sembra inarrestabile, e il suo sogno di fare finalmente centro in un grande torneo sembra possa prendere finalmente forma. Sembra, purtroppo. Ma di questo parleremo più avanti…

Cristiano Guerra: un altro bel piazzamento per lui, ma anche tanta sfortuna

Intanto, ci sono da registrare le uscite di due egregi torneisti di casa nostra: Cristiano Guerra e Umberto Vitagliano. Il primo viene barbaramente ‘scoppiato’ da Justin Tran, che chiude scala al river, dopo che il nostro “crisbus”, con i suoi A8, aveva puntato al flop 8 7 4, andando allin al turn 10. Purtroppo per lui, Tran aveva seguito con K6 e chiude scala col 5 al river. That’s poker e consolazione da 7.500£ per il pro di Gioco Digitale.

Vitagliano invece  esce per mano di Annette Obrestad, che chiama il suo reraise allin con AQ, dominando gli A10 del campano, che esce con un premio di 9.200£ in tasca.

Esce anche il nostro ex chipleader di giornata, Antonio Buonanno, e stavolta si tratta di uno scoppio. Dopo raise di un avversario, Antonio fa reraise e poi l’ovvio call di fronte all’allin del rivale che partirebbe dietro, con 99, rispetto alle QQ dell’italiano. Un 9 al turn cambia il corso della storia, e manda il bravo e coraggioso Buonanno a casa, con un premio di 10.600£.

Antonio Buonanno in tutta la sua delusione dopo lo 'scoppio' subito che lo ha condannato all'uscita

Ed ecco il colpo di scena: nella mano che lo avrebbe potuto issare a chipleader, Fabrizio Baldassari esce di scena nonostante una buona lettura della situazione. Su un raise a 27mila del tedesco Senninger, Fabrizio reraisa a 97.000 con KK. Il giovane teutonico fa call, e il flop dice 3 a 2 . Baldassari non ha paura dell’asso ed esce puntando 115.000, cui segue il call del tedesco.

Turn j e fabrizio fa check. Senninger punta 200.000 e l’italiano va allin per 500mila totali. Purtroppo il tedesco fa call girando una coppia di J, per un tris “settato” al turn. Il river non regala miracoli e Baldassari è clamorosamente out, e certo non saranno i 14.200£ guadagnati per il suo 38° posto a consolarlo.

Fabrizio Baldassari: una mano maledetta lo condannera' all'uscita

Così, ci rimane da sperare su quello che ad inizio giornata era l’estremo short stack: il sardo Lusso. Alessandro resiste ancora un pò, ma poi deve capitolare di fronte agli A6 dell’avversario che dominano gli A4 con cui il sardo era andato allin da short. Per Lusso ci sono 14.200£ ed un 33° posto, per l’Italia non c’è più niente da fare: l’appuntamento con una nuova vittoria è ancora rimandato.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Alessandro Lusso e' stato il migliore degli Italiani, terminando al 33mo posto

Ci rimane un torneo ancora pieno di spunti d’interesse, e con diversi giocatori interessanti, tra i 24 che andranno oggi a giocarsi le loro chances di arrivare al tavolo finale nel day 4 in programma oggi: Annette Obrestad, ad esempio. La campionessa norvegese era partita a spron battuto e, anche se poi ha chiuso con uno stack non esaltante, rimane una cliente difficile per tutti.

Altrettanto su può dire per Eastgate che – ora è ufficiale – si è risvegliato. Per il danese campione in carica WSOP c’è un 10° posto assoluto ed una ovvia candidatura al tavolo finale. Anche uno dei suoi aspiranti successori al titolo del Main WSOP, Kevin Schaffel, è ancora dentro qui a Londra, e venderà cara la pelle anche con il penultimo stack.

Peter Eastgate sembra aver ritrovato gioco e sorriso qui a Londra

Sono della partita anche l’ottimo Marty Smith – già campione dell’Irish Open 2007 e con uno scintillante braccialetto WSOP vinto nel 2008 all’evento 10.000$ Pot Limit Omaha World Championship – e l’esperto Ivo Donev. Da non trascurare neanche il tedesco Spindler, aggressivo ai limiti dell’asfissiante. Infine, un altro giovane ma già molto maturo, Vivek Rajkumar, che appartiene a quella ristretta cerchia di giocatori capaci di eccellere indifferentemente sia live che online. Per lui un sesto posto parziale, e tanti pronostici che lo vogliono al final table di domani.

Ecco il chipcount completo dei 24 superstiti:

Michael Berry UK 1837000
Michel Berry, chipleader alla fine del day3Rodrigo Caprioli Bra 1647000
Nikolai Senninger Ger 1587000
Tobias Reinkemeier Ger 1291000
Josef Samanek Cec 1215000
Vivek Rajkumar USA 1196000
Benjamin Spindler Ger 1110000
Ivo Donev Aut 1062000
Theo Tran USA 991000
Peter Eastgate Dan 988000
Aaron Gustavson USA 946000
Raymond Wu Twa 872000
Rui Milhomens Por 869000
Andrew Lichtenberger USA 862000
Adam York UK 806000
Annette Obrestad Nor 730000
Marty Smyth N.Ire 719000
Dominic Cullen UK 622000
Karim Bennani smires Fra 620000
Martin Gudvangen Nor 590000
Kenneth Hicks USA 393000
Kevin Schaffel USA 377000
Philip Byers USA 344000
Jonathan Weekes UK 272000

Oggi, a partire dalle 13 italiane, segui la corsa verso il final table dei 24 protagonisti del day 4 all‘EPT Londra, con il nostro Blog Live sponsored by PokerSnai, pieno di foto, news e video da parte del nostro team formato da gux1979, ilpizzopazzo e Tury!

 

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".