Gioco legale e responsabile

News

A Sassari, donna straccia biglietto del Gratta e Vinci da €300.000: rischia di perdere tutto

Un'altra storia incredibile legata ad un altro Gratta e Vinci: oramai i casi iniziano ad essere sempre più numerosi, con sempre più giocatori inconsapevoli delle regole che buttano via biglietti vincenti...

Scritto da
24/05/2019 12:03

4.676


Vi ricordate la storia del disoccupato di Mola (provincia di Bari) che un mese fa ha trovato un Gratta e Vinci da €100.000 in un cestino all’interno di una tabaccheria? L’uomo, giocatore incallito, dopo aver perso il lavoro ha sempre avuto il vizio di controllare nelle ricevitorie i biglietti già scartati. Un’attività che gli fruttava ogni tanto quei €10, €20, a volte quando era fortunato anche €50. Fino al ritrovamento del ticket che gli ha cambiato la vita a Pasqua.

Quello che è successo a Sassari pochi giorni fa potrebbe confermare che non sia così futile l’attività del gambler barese. Sono sempre più i premi vincenti non ritirati: molto persone non si rendono conto di aver vinto e buttano via il ticket in modo frettoloso, senza comprendere fino in fondo le regole dei grattini.

Lo 0,6% dei premi dei Gratta e Vinci non viene ritirato in media, si parla di una cifra vicino ai €50 milioni l’anno. Per questa ragione cresce il numero dei cercatori di questo tesoretto nascosto. Forse non sarebbe il caso di rendere le regole più chiare e comprensibili a tutti?

A Sassari è accaduto un “incidente” di percorso che potrebbe avvalorare questa tesi. C’è cascata anche una 56enne impiegata che, molto probabilmente vinta dalla fretta, ha commesso un errore che potrebbe costarle €300.000: stava facendo shopping in un commerciale e in una tabaccheria interna ha comprato un biglietto, grattato con noncuranza e poi l’ha stracciato ma, per sua fortuna, il nipotino si è accorto dell’errore perché la donna non aveva grattato tutta la patina argentata, secondo quanto scrive il quotidiano La Nuova Sardegna.

Quel biglietto dava diritto ad un premio di €300.000.

Si è presentata in banca che però le ha rifiutato l’incasso del ticket: “è deteriorato” nonostante il numero di serie sia ancora ben visibile. Il caso è finito ora alla sede centrale di Lottomatica a Roma. Nel caso di ulteriore rifiuto, la donna ha già minacciato che procederà con i suoi legali in Tribunale, ma essendo il numero di serie salvo, è molto probabile che si autorizzi l’incasso della vincita. Bisognerà fare però tutti i controlli del caso perché, in passato, è capitato anche di persone che hanno provato a farsi pagare biglietti deteriorati falsi, sostenendo che fossero vincenti.

Prima di buttare via un grattino, controllate per bene le regole, mi raccomando!

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento