GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

News

Tom Dwan: chi l’ha visto? Le 4 indiscrezioni su Durrrr: da broke, allo staking per finire ai middle stakes

Scritto da
11/03/2016 16:15

4.847


Dove è finito Tom Dwan? Chi l’ha visto? C’era una volta un giovane fenomeno negli high stakes che tutti ammiravano e invidiavano, ma la favola è evaporata come neve al sole. Tutto è iniziato con lo tsunami black friday che si è abbattuto su di lui ed ha azzerato la sua principale fonte di guadagno (Full Tilt).

Ma non è finita la maledizione sulla testa di durrrr. A nostro avviso ancor peggio è stato il rapido declino del suo finanziatore Paul Phua, uno dei businessman più ricchi e discussi di tutta l’Asia. Il bookmaker malesiano è stato arrestato a Macao durante la Coppa del Mondo di due anni fa, poi la sua fuga dall’ex colonia portoghese è finita male con l’azione spettacolare dell’FBI al Caesars Palace.

Le sfide tra Isildur1 e Tom Dwan sintetizzate in questa simpatica grafica

Morale della favola? Durrrr è sparito dall’azione da parecchio tempo. E questa sua assenza anche nei tornei ha dato adito a varie voci che abbiamo raccolto online. Il portale PokerUpDate ha messo in campo 4 ipotesi:

1 – E’ BROKE

L’ipotesi che va per la maggiore è che Dwan sia andato rotto di brutto, anche perché la sua assenza da Las Vegas è molto sospetta. Nessun tavolo di cash né tournaments. E’ probabile che l’ex prodigio high stakes non abbia trovato finanziatori o stia aspettando che il suo magnate ritorni ai fasti di un tempo a Manila.

2 – GIOCA A MACAO AL 10%

L’altra teoria che ipotizza il portale statunitense è che durrrr alla fine non sia andato del tutto broke ma il suo bankroll non sia comunque sufficiente a reggere l’urto delle grosse oscillazioni degli high stakes. L’anno scorso è stato avvistato per l’ultima volta a Macao (location dove Paul Puha e soci non possono mettere più piede) e si erano diffuse voci che giocasse per dei finanziatori, tenendo per sé un 10% per ricostruire il suo roll. Ma non ci sono conferme in tal senso, a meno che non mantenga un bassissimo profilo e continui a giocare lontano dai riflettori in qualche partita privata. Ipotesi molto difficile, visto che tra Manila e Macao, prima o poi qualcuno avrebbe spifferato tutto sui forum.

3 – GIOCA CON NICK NON CONOSCIUTO ONLINE AI MIDDLE STAKES

E se Tom avesse rinnegato del tutto durrrr e giocasse con un altro nick online? Difficile ipotizzare una sua presenza anonima negli high stakes su PokerStars o 888Poker ma è fuori di dubbio che gente come Dwan goda ancora della piena fiducia dei finanziatori nei middle stakes online. E in quel caso è solo questione di tempo e poi rivedremo l’ex stella di Full Tilt nei giochi che contano dal vivo.

4 – SI GODE I SOLDI PER UNA PENSIONE D’ORO

L’ultima ipotesi raccolta (ma non per questo la meno probabile) è che alla fine Tom sia su una bella isoletta a godersela. Scherzi a parte: chi ha la certezza che Dwan abbia finito le proprie finanze? Magari non è più disposto a rischiare i suoi risparmi nel poker ma potrebbe aver deciso di prendersi una bella pausa e godersi la vita lontano da Vegas, Macao e Manila. Chi può saperlo? Pesa e non poco il precedente di Full Tilt: il suo divorzio fu determinato dagli scarsi stimoli di Tom nel continuare a grindare. E se stesse vivendo una crisi di vocazione?

Una cosa è certa: saranno spesi ancora fiumi di inchiostro prima di rivederlo in action.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento