Vai al contenuto

La sfida cash game tra Andy ed Adelstein ai massimi storici. Ecco il video

Schermaglie da duri durante la nuova puntata del Live at The Bike, registrata nella notte del 30 luglio, durante la quale i due eterni amici/nemici del cash game ai massimi livelli, Asian Andy e Garrett Adelstein, se la sono data di santa ragione.

Nel video che vi proponiamo, sono tutte da seguire le due mani che hanno infiammato la serata.

Adelstein Up

In entrambe le occasioni le chips sono andate dalla parte di Garrett Adelstein, ma se nel primo caso in modo legittimo, nel secondo il talentuoso giocatore originario di Tucson, in Arizona, ma residente da anni a Manhattan Beach in California, ha outplayato il suo avversario con uno splendido rilancio al river che Andy non ha voluto chiamare.

Andy apre nel primo colpo a $300 da CutOff. Si gioca una partita $25/$50/$50 e la mano è di valore, a 9 , Barry si adegua da Small Blind con una “Two Gap”, 7 j , cosa che fa anche J SCOOP da BB. Si crea così un piatto da $1.350.

Il problema è che lo straddle è stato messo da Garrett Adelstein, il quale trova una mano di valore, k q e non si lascia sfuggire l’occasione di 3Bettare a $2.100.

Andy che conosce a menadito il suo avversario, non ci sta e 4Betta a $6.000, originando il solo call di Adelstein.

Piatto da $13.000 scarsi

Il piatto che si forma sale così quasi a $13.000 e il flop sorride decisamente all’original raiser, che però decide di non CBettare, checkando dietro su un flop a 8 10.

Al turn casca un 5 che apre il draw a quadri ad Adelstein, il quale esce puntando half pot, $6.000.

A questo punto vi consiglio di non guardare la gran relazione agli stack, totalmente sbagliata. Andy decide di chiamare portando il piatto a $25.000 totali.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il river completa il progetto di Adelstein che questa volta esce di una Pot Size Bet, $25.000. Andy mette sul tavolo alcune time cards, prima di chiamare e, soprattutto, pagare.

Nella seconda mano Adelstein fa passare da meglio il suo rivale in un altro monster pot.

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".