Vai al contenuto

Fedor Holz: “Ho preso 150 voli negli ultimi 500 giorni, devo ringraziare il mio mental coach”

Ad agosto Fedor Holz si è presentato all’EPT di Barcellona quasi in imbarazzo per l’incredibile numero di tornei vinti nei sei mesi precedenti. Fino a quel momento aveva incassato più di 15 milioni di dollari nel 2016 e aveva conquistato ben sei high roller. Dopo aver vinto il Big One Drop da $111.111 di buy-in (tenendo per sé quasi tutte le quote), aveva quindi annunciato il ritiro dal poker, ma a Barcellona era nuovamente pronto a mettersi alla prova.

Nella tappa spagnola dell’EPT, Fedor è stato accolto dai colleghi con prese in giro per la run e i complimenti per i risultati ottenuti. Ma quando il fenomeno tedesco ha iniziato a ingranare nell’high roller da €50.000, tutti hanno smesso di ridere per chiedersi invece se sarebbe riuscito a vincere nuovamente.

Come sappiamo, Holz ha davvero vinto il torneo, nello stupore generale. Recentemente è stata pubblicata su Youtube la puntata editata del final table, che ci mostra tutti i dettagli dell’action e ci regala anche qualche retroscena sulla run di “CrownUpGuy” attraverso le sue stesse parole.

“A ottobre dello scorso anno ho deciso di farmi seguire da un mental coach“, rivela nell’intervista a Pokerstars contenuta nel video. “Sono da sempre molto interessato a questa figura: è come un caro amico che ha tanta esperienza ma non è legato emotivamente a te”. È questo il segreto del suo successo? In parte sicuramente sì: “Elliot il mio mindset coach. Ogni volta che ero coinvolto in una sessione importante volevo sentirlo. Non so se sia la ragione del mio successo ma sicuramente c’è una correlazione“.

Fedor parla anche della straordinaria run che ha vissuto: “Ho vinto il One Drop e tre high roller dell’Aria Casino a Las Vegas. È stato un viaggio incredibile e mi sono goduto ogni singolo momento“. Tornando sull’addio al poker, ha spiegato nuovamente: “Ho giocato letteralmente ogni giorno negli ultimi quattro anni. Ho preso 150 voli negli ultimi 500 giorni, ero sull’aereo un giorno ogni quattro. Vivere in questo modo ti prosciuga, avevo bisogno di una pausa fisica e mentale per recuperare. Rilassarsi per un’intera giornata, uscire di casa e godersi il sole è molto bello”.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

In conclusione, prima che le immagini tornino al final table dove era super chipleader a 3 left, Fedor Holz ha spiegato quali sono i suoi piani per il futuro: “Non tornerò più a grindare full-time. D’ora in avanti giocherò il 10% circa di quanto facevo prima. Due mesi fa giocavo con grande competitività per fare più soldi possibili ma credo che questo sia l’approccio sbagliato. Non è questo il motivo per cui ho iniziato a giocare a poker: l’ho fatto per la passione e la competitività. Ed è a questo che voglio tornare”.

Una delle tante mani fortunate al final table
Una delle tante mani fortunate al final table

Dopo l’annuncio dell’addio, Holz vinto il Super High Roller da €50.000 per 1.3 milioni di euro. “Non ho fatto niente di straordinario oggi, ho solo seguito il mio istinto“, ha dichiarato dopo aver sollevato la coppa. “In realtà non ho dovuto prendere grandi decisioni, ho sempre avuto ottime mani”.

Volete rivivere la sua pazzesca cavalcata al final table? Ecco la puntata di Pokerstars dedicata all’ennesimo successo di “CrownUpGuy”.

[youtube] https://www.youtube.com/watch?v=Oye-Yas5wu0 [/youtube]

COMPARAZIONE GIOCHI