Vai al contenuto

Le mani più iconiche della stagione 12 di HSP

Nella serata di lunedì si è finalmente chiusa la stagione numero 12 di High Stakes Poker, ripresa in lungo e in largo dalle telecamere di PokerGo.

Con quella serata abbiamo dunque salutato quella che è stata la season con le mani più spettacolari della storia del format, il più longevo e fortunato se parliamo di Cash Game in streaming.

Se volete una summa di quelle che sono state le mani più particolari e curiose di questa stagione, basta leggere questo articolo.

Il piatto più grande della storia High Stakes Poker

Questa stagione verrà ricordata soprattutto per il pot più grande mai giocato nella storia di High Stakes Poker, durante l’episodio numero 9.

Andrew Robl ha rilanciato da Piccolo Buio a 16.000 sullo straddle di Suvarna con una mano come 5 4 , 3bettato proprio dall’appena citato suo avversario a 54.000 con a k , non sufficienti a far foldare Robl.

L’original raiser ha checkato su un flop particolarmente favorevole, 4 4 2 , prima di callare la puntata di Suvarna a 45.000.

Al turn è cascato un k che ha invece originato un doppio check da parte dei due rivali, prima che un k cascasse sul river per dare un full più alto a Suvarna.

Santosh Suvarna courtesy PokerGo

Robl decideva di inserire 300.000 sul pot e per tutta risposta il suo avversario le metteva tutte per 395.000. Ormai committato, Robl doveva aggiungere, ma solo per scoprire di essere stato battuto dalla combinazione runner runner tra turn e river.

Il pot, $992.000, è il più grande della storia di High Stakes Poker.

Mano da un milione di pot sfiorata

L’episodio finale della season numero 12, ha messo in vetrina un’altra mano che avrebbe potuto battere ogni record della storia di HSP.

Tang ha aperto $5.000 da MP con a 7 , chiamato da Yu sul bottone con 9 q , cosa che hanno fatto anche Airball con una coppia di 6, 6 6 e Adams da BB con j j .

Su un flop super wet che metteva in evidenza 8 10 6 *, dopo tre check Yu costruiva il suo piatto puntando $10.000 col suo doppio progetto, originando il call da parte di tutti i suoi avversari.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Al turn è sceso un 2 , con Airball che ha messo a girare ulteriori 50.000, chiamato solo da Yu dopo il fold di Adams e Tang.

Brandon Adams, courtesy PokerGo

Al river un j regalava il punto nuts a Yu, per la scala, sul quale Airball decideva di sparare anche l’ultima a $200.000 con un set di 6, ma Yu, dopo un rinfrescante sorso di te freddo, le metteva tutte dentro per uno stack che copriva quello di Nik Airball.

Per la seconda volta in puntata quest’ultimo entrava in the tank con il pensiero di dover chiamare $482.000 di size, ma dopo 10 minuti e il time chiamato, trovava la forza del fold.

Il piatto ha superato il milione di dollari, ma in questo caso comprendenti la puntata non chiamata.

L’episodio numero 6, ancora Airball

L’ultima mano di cui vi diamo conto, invece, va ripescata dalla puntata numero 6, quando Adams ha aperto a $5.000 con q j , 3bettato dal solito Suvarna a $21.000 con a q , prima che Nik Airball spillasse la sua coppia di Kappa, k k e decidesse di salire in 4-Bet a $100.000.

Nik Airball courtesy PokerGo

A chiamare è stato il solo Suvarna, che trovava Top Pair su un flop 4 q 10.La continuation bet di Nik è stata battezzata per una size pari $75.000, ancora una volta chiamata da Suvarna.

Al turn si accoppiava il board, per via di un 4 e su un piatto da $358.000, Airball andava all in per 308.000, snappato dal rivale per creare un pot da $974.000.

I due si sono messi d’accordo per girare due river, ma in nessuno dei due casi, 8 e 8 , è sceso un out favorevole a Suvarna.

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI