Vai al contenuto

EPT Main Event Praga: Luigi D’Alterio non si ferma più, sua la leadership a 30 left

Dopo un Day 2 che ci aveva regalato una giornata molto positiva, alla luce dei 5 giocatori italiani sui 117 left che speravano di alzare al cielo la picca dell’European Poker Tour Main Event di Praga, il Day 3 conclusosi intorno alla mezzanotte, non ci ha dato le medesime soddisfazioni, al netto dell’ennesima ottima prestazione di Luigi D’Alterio.

D’Alterio lotta come un leone, è chipleader assoluto

Il nostro connazionale ha tenuto bella dritta l’asta del tricolore, dopo una giornata vissuta da protagonista e chiusa in cima al count da primo assoluto.

“Il-Giuglia”, come è conosciuto nel .it, ha messo a nanna dentro la busta dell’EPT il sontuoso stack di circa 3,5 milioni in chips e si presenterà quest’oggi alle 12,00 all’Hilton Prague con la speranza di regalarsi, e regalarci, un’ennesima bella giornata di poker con 140 bui da investire.

Tutti lontani dalla vetta gli altri azzurri impegnati, che hanno chiuso la loro giornata senza riuscire ad ingranare come avrebbero voluto.

Ecco il loro piazzamento nel Payout:

  • 45 Nicola Grieco €17.400
  • 66 Simone Maglianella €15.100
  • 74 Alfredo Simone €13.150
  • 75 Fabrizio Benvenuto €13.150

Gli out di Grieco, Maglianella e Simone

Nella mano dell’eliminazione di Nicola Grieco, Jun Obara apre a 30.000 con bui a T.15.000, da UTG, chiamato dal giocatore pugliese che gioca da BB. Sul flop q 5 4 , il giapponese cbetta a 35.000, check-callato da Grieco.

Al turn casca un 6 che origina lo shove del nostro connazionale per circa 150.000. Obara snappa e mostra una coppia di 8 neri, che sono avanti sulla coppia e la straight draw dell’italiano, 5 7 che deve recuperare, ma un 10 al river lo elimina definitivamente.

Il cammino di Simone Maglianella si è concluso al termine del coin flip perso contro lo spagnolo Adrian Garcia, il quale chiama lo shove dell’italiano arrivato da UTG con k q , che secondo Pokernews, è pari a circa 18 Big Blind, 180.000 a T.10.000. lo spagnolo si presenta allo showdown con una coppia di Jack, j j , che si trasforma in set al turn: 3 2 4 j q .

Una scala al river aveva decretato in precedenza l’eliminazione di Fabrizio Benvenuto, il quale le metteva tutte small blind per poco meno di 10 Big Blind con una coppia di 7, 7 7 sull’apertura da BTN di Yesset Aimukhanov, il quale chiamava con a 3 , per un board che recitava j 4 2 3 5 .

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il payout di fine giornata dice 30 left

Alla fine della fiera sono 30 i giocatori che hanno terminato la giornata ancora in piedi e il rivale più vicino a D’Alterio è lo spagnolo Javier Zapatero a quota 3,4 milioni in chips.

Ecco il count dei primi 10:

1 Luigi D’Alterio 3,560,000
2 Javier Gomez Zapatero 3,415,000
3 Jun Obara 2,785,000
4 Ondrej Drozd 2,380,000
5 Benjamin Lebor 2,220,000
6 Parker Talbot 2,145,000
7 Arie Kliper 1,860,000
8 Antoine Saout 1,570,000
9 Rui Milhomens 1,475,000
10 Petar Kalev 1,465,000

Tutti i giocatori hanno già assicurata una moneta da €23.000, ma l’obiettivo è quello di conquistare questi premi:

  • 1 €1,054,500
  • 2 €658,750
  • 3 €470,500
  • 4 €361,950
  • 5 €278,450
  • 6 €214,150
  • 7 €164,750
  • 8 €126,700

Homepage: Luigi D’Alterio Courtesy Tomas Stacha & Pokernews

"C'è chi pensa che sia impossibile prendere parte a tutti i tavoli finali dei tornei a cui si partecipa. Questo è vero per tutti. Tranne per chi li racconta".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI