Vai al contenuto
michele nizzardelli

Dà una testata all’avversario dopo averlo eliminato, Michele Nizzardelli squalificato dal Main Event EPT Praga! Le scuse del player italiano

Brutto episodio al day 1B del Main Event EPT Praga: nelle ultime battute di giornata il player italiano Michele Nizzardelli è stato squalificato dal torneo per aver dato una testata a Ghattas Kortas, eliminato in quella mano. Per fortuna, da quello che ci hanno riferito i nostri inviati in sala, il giocatore colpito non ha riportato conseguenze a seguito del gesto del giocatore italiano che, dopo meno di 10 minuti, si è scusato ed ha capito di aver sbagliato. I due si sono abbracciati chiarendosi.

In giornata pubblicheremo un approfondimento con la versione dei fatti di Nizzardelli.

Si è trattato comunque di un fattaccio di quelli che, purtroppo, di quando in quando capitano a ogni latitudine e in ogni circuito pokeristico del globo terracqueo. La speranza da cronisti è di non doverne più raccontare. Nel frattempo però siamo chiamati a fare il nostro lavoro: ecco cosa è successo ieri a Praga.

Galeotta la manata sul cappello

Secondo quanto ci riferiscono i nostri inviati nella capitale ceca e altre testimonianze di colleghi presenti in sala, al tavolo 12 del Main Event di PokerStars (poker) si era creato un clima di tensione a seguito di una mano vinta dall’italiano dopo un controverso check al river.

Nello spot immediatamente successivo Nizzardelli ha tribettato A K e si è trovato in coinflip contro lo short Ghattas Kortas, che dopo aver messo tutte le sue chips al centro del tavolo si è presentato a showdown con 10 10.

Il board K 4 7 Q J eliminava lo svedese, che visibilmente contrariato toglieva il cappello dalla testa di Nizzardelli con una manata mentre si allontanava dal tavolo.

Il parapiglia

L’italiano si alzava e dava uno spintone sulla schiena allo svedese che si stava allontanando dalla sala. Inciampato in avanti, Kortas si girava e si muoveva in direzione di Nizzardelli, che alzava i pugni in guardia da pugile come a sfidare il giocatore eliminato, forse temendo di essere colpito una seconda volta.

I due si ritrovavano faccia a faccia quando Nizzardelli ‘è partito di capoccia’, rifilando una testata sul naso a Kortas, che cadeva a terra e una volta rialzato iniziava a chiedere ai presenti se la sua faccia fosse a posto.

La squalifica

Subito è arrivata la security per scortare Nizzardelli fuori dalla sala del torneo. Lo stack del giocatore italiano è stato immediatamente rimosso dal tavolo dalla organizzazione EPT e lui è stato squalificato.

Al momento non è dato sapere se la vicenda avrà ulteriori conseguenze per l’italiano: molto dipenderà dalla eventuale denuncia di Kortas alle autorità ceche.

Siamo aperti a raccogliere le testimonianze dei diretti protagonisti. Nizzardelli ci ha spiegato, dal suo punto di vista, cosa è successo prima, durante e dopo: ecco la versione dei fatti del 57enne di Nocera Inferiore.

Chi sono Nizzardelli e Kortas

Il brutto episodio ha visto protagonista Nizzardelli appena due giorni dopo che l’italiano aveva trovato il miglior premio della sua carriera, approdando al tavolo finale del 2.200€ Eureka High Roller per il nono posto finale che gli era valso una moneta di 43.000€.

Il primo in the money dell’azzurro a un torneo di poker live tracciato risale al 2013, quando Nizzardelli trovò un 4° e poi un 7° posto a dei side event dell’IPT Saint Vincent. Da allora il giocatore ha piazzato 16 bandierine live per 77.995$ incassati.

Lo svedese Ghattas Kortas ha invece piazzato la sua prima bandierina live nel 2008 e da allora ha accumulato vincite per oltre mezzo milione di dollari. La migliore moneta della sua carriera è arrivata al Main Event WSOP 2015 con un 44° posto da 164 mila dollari.

In Italia è possibile giocare a poker online sulle migliori poker rooms online autorizzate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che offrono ai propri nuovi clienti bonus poker primo deposito

Bonus di Benvenuto poker
Dopo anni passati a scrivere di altro, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho scritto un paio di libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI